Dura cinque anni l’ultimo pc di Hp per le aziende

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

Il modello rp5700 offre un ciclo di vita inusualmente lungo. Il costruttore
garantisce la stabilità della configurazione per un quinquennio.

È stato progettato esclusivamente per uso aziendale l’rp5700, ultimo arrivo nella gamma di pc di Hp. Il prodotto propone un’architettura standard con processore Intel Core 2 Duo con clock a 2,13 GHz, può accogliere fino a 4 Gb di Ram e un disco Sata da 80, 160 o 250 Gb.

Fin qui niente di troppo originale. A far la differenza è il ciclo di vita del pc, che Hp pensa possa essere di cinque anni. Questo significa che la configurazione potrà rimanere invariata (o quasi) per un lustro e un’applicazione dovrà poter funzionare in modo identico in questo lasso di tempo su qualunque tipo di rp5700.

In generale, su questo tipo di macchina, evolvono solo la frequenza del processore, la dimensione dei dischi e della memoria, ma non l’architettura del sistema. La durata poco comune del prodotto è normalmente appannaggio dei server, mentre un pc ha un ciclo di vita di circa 18 mesi (o 24 al massimo). A livello di sistema operativo, viene proposta la scelta fra Windows Vista, Xp o FreeDos (l’equivalente open source di Ms-Dos) e questo rivela come il prodotto sia pensato soprattutto per il mercato dei terminali Pos, sui quali spesso è installato questo genere di Os.

La macchina è anche studiata per funzionare in ambienti con temperatura fino a 40 gradi centigradi (35°C è la norma nel mondo industriale). Ma nulla vieta l’impiego all’interno dei classici uffici, vista la potenza proposta e la compatibilità con Vista. Hp rende disponibile anche una versione dell’rp5700 di fascia media, conforme alle norme Energy Star 4.0 e 80 Plus.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore