Da Brocade una nuova architettura di networking per il data center

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

Efficienza e risparmio di costi con minimo rischio e poche interruzione di servizio sono le promesse dell’architettura Data Center Fabric

Efficienza e risparmio di costi con minimo rischio e poche interruzione di servizio sono le promesse dell’architettura Data Center Fabric di Brocade L’annuncio del nuova architettura indica che Brocade è intenzionata a trarre vantaggio dalle sue conoscenze di prima mano dei data center dei clienti, ottenute con l’80% di market share come fornitore di soluzioni di Storage Area Network. Brocade si impegna a fornire quello che definisce un framework di connettività per lo storage e di clustering di server che metterà in grado l’utenza aziendale di ?fare di più e con minori costi ?. La prospettiva è di un largo uso delle tecniche di virtualizzazione s a dei server che dello storage per rendere il data center in grado di assorbire in modo dinamico nuovi carichi di lavoro e di fornire supporto alle nuove applicazioni aziendali.

L’annuncio , dato alla conferenza annuale degli utenti di Brocade, prevede una roadmap di nuovi prodotti e tecnologie che dispiegheranno il loro effetto nell’arco dei prossimi sei mesi L’architettura Dcf fa largo impiego di policy per la sicurezza che assicurino i principali servizi di protezione dei dati dall’encryption, al backup , alla replica. L’ottica è di proteggere gli investimenti già effettuati dai clienti nelle risorse It, sia server che storage.

A livello di prodotto nella roadmap rientra l’upgrade a 8 Gbps del San director 48000 ora pienamente interoperabile con i director di provenienza McData. Una novità è invece la piattaforma di switching Dcx Backbone che formerà il nucleo dell’architettura Dcf e sarà in grado di gestire diversi protocolli di rete, dal Fiber Channel allo iScsi e lavorerà con le tre diverse famiglie di director. Per la connessione dei server ci saranno evoluzioni nell’ambito degli Host Bus Adapters.
Nei primi mesi del 2008 anche le soluzioni Fan (File Area Network) beneficeranno di importanti sviluppi, in particolare per quanto riguarda gli strumenti per la gestione automatica e policy-based dei file. Infine, i nuovi tool di management attualmente in corso di sviluppo offriranno ai clienti la possibilità di gestire il proprio data center in maniera più semplice e completa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore