Cisco tra classico e moderno

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

A Networkers 2007 una dimostrazione delle tecnologie emergenti per i prossimi
5 anni. Rinnovo per gli switch di campus a supporto del video su Ip

A Networkers 2007, davanti a tremila congressisti, Cisco ha parlato di applicazioni future o emergenti; tuttavia non ha dimenticato la sua vocazione di fornitore di soluzioni di networking classiche quali switch e router.

Le novità di Networkers 2007 sono rappresentate da diverse serie di switchnati per le applicazioni di campus in cui giocano un ruolo fondamentale, soprattutto per la gestione del video, sia la velocità che la disponibilità diffusa di alimentazione via Internet. Video su protocollo Ip, Ip-Tv e video conferenza ad alta risoluzione portati su una rete di campus richiedono servizi di rete ad ampio uso di banda e in tempo reale che non penalizzino disponibilità e qualità del servizio. L’architettura generale di rete di Cisco che porta la sigla Sona (Service Oriented Network Architecture) è messa alla prova dovendo fornire un’analisi intelligente non solo del traffico, ma anche delle applicazioni (come voce e video su Ip) cui vanno assegnate le giuste priorità e qualità di servizio.

Cisco ha rinnovato la linea di switch di livello enterprise con i Catalyst 3750-E e 3560-E dotati di uplink a 10 Giga su Ethernet e di configurazioni di Power over Ethernet che operano a piena potenza. Il 3570-E può passare ai 10 Giga sostituendo il modulo doppio a 1 Giga con un altro doppio a 10. La potenza PoE di 15,4 Watt è disponibile su ogni porta degli switch.
I tecnici di Cisco hanno sottolineato i benefici di un’applicazione che faccia largo uso del cavo Ethernet per gestire telefoni basati su Ip e access point di tipo wireless, rispetto a una tradizionale alimentazione centralizzata. In opzione viene offerto un sistema di backup dell’alimentazione elettrica ridondante.
Se i due nuovi modelli precedenti sono di tipo stackable, i Catalyst 3560 e 2960 utilizzano un fattore di forma compatto e alcuni accorgimenti di progettazione che li rendono adatti ad operare in ambienti di lavoro e meeting room.

La rete acquisisce sempre più contorni operativi di tipo virtuale e dunque Cisco ha messo mano anche al sistema operativo di rete Ios con un upgrade software per la serie 4500 degli switch Catalyst. La nuova versione permette di aggiornare l’immagine software della configurazione dell’Ios presente sullo switch senza mettere fuori servizio il dispositivo stesso o la rete.
A livello operativo e commerciale una novità di Cisco che prende il via con i Catalyst 3750-E e 3560-E è l’installazione al loro interno già al momento della produzione di un’immagine del software Ios, che contiene tutte le funzionalità possibili. L’utente ne potrà attivare di specifiche secondo le sue esigenze, senza essere obbligato a scaricare una nuova immagine software.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore