3 Italia e Rai provano la Tv Dvb-SH mobile

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

Con apparati Alcatel saranno mescolati segnali ibridi per la Tv in mobilità

L’operatore mobile 3 Italia e la Rai stanno lavorando al lancio di una prima versione sperimentale di Tv mobile basata sullo standard Dvb-SH.
Il Digital Video Brodcasting – Satellite Services to Handheld , questa la sigla per esteso, è un’evoluzione del Dvb-H che consente l’integrazione tra reti satellitari e reti terrestri. Il trial utilizza la soluzione Unlimited Mobile Tv di Alcatel Lucent, e si basa su una rete terrestre ibrida che mescola trasmettitori a bassa potenza di un operatore mobile con trasmettitori a media potenza di un broadcaster. Il test verrà condotto a Torino e sarà gestito da Raiway e dal centro di ricerche della Rai. La copertura del centro di Torino sarà assicurata dalle celle di 3 Italia, mentre il resto della città e la copertura dei veicoli sarà assicurata dalle torri di trasmissione di Rai e Raiway.

I ripetitori Dvb- SH a bassa potenza di Alcatel saranno collocati nei siti Umts di 3 e collegati alle antenne Umts. La prima fase del test che si concluderà nel marzo del prossimo anno riguarderà la parte terrestre. Nella seconda fase un segnale in broadcasting da un satellite sarà simulato da un trasmettitore posto su di un elicottero e trasmetterà il segnale ai terminali di cui saranno dotati i clienti che partecipano all‘esperimento.
I responsabili delle società coinvolte hanno spiegato che si tratta del primo esperimento a livello mondiale che utilizzerà lo spettro delle frequenze in banda S (2.17-2.20 Ghz) reso disponibile in Europa per i servizi satellitari mobili come la Tv mobile.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore