VmWare Fusion 3 supporterà il 32 e il 64 bit per Mac

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

VmWare ha lanciato la terza versione beta del proprio software di
virtualizzazione Fusion per il mondo Apple

VmWare Fusion si rinnova, offrendo agli utenti della Mela maggiori performance gestionali e nuove funzionalità, tra cui la possibilità per gli utenti Mac di disabilitare i codici di debugging sul software di virtualizzazione e di spostare una virtual machine su un altro hard disk o un altro Mac, semplicemente copiando il file.

La strada della virtualizzazione si è aperta anche agli utenti notebook e desktop Apple nella seconda metà di dicembre e, in meno di quattro mesi, già di parla della terza release, che verrà rilasciata alla fine dell’anno. Tra i plus, la nuova versione supporterà anche Microsoft Vista. VmWare Fusion viaggia su una piattaforma Mac Intel based, utilizzando un’interfaccia basata sulle librerie Cocoa di OsX, che consente a Microsoft Windows o a qualsiasi altro sistema operativo x86 di girare in parallelo con MacOsX. Oltre a Windows, VmWare Fusion può supportare sistemi operativi a 32 o a 64 bit, incluso Linux o Sun Solaris.

La soluzione si affianca ad altri prodotti che VmWare ha realizzato per offrire agli utenti Mac un ponte per Windows: oltre a Fusion, infatti, è stato sviluppato un tool applicativo chiamato Desktop for Mac, che supporta Linux e Ms Win. Al momento, la versione beta, disponibile sul sito di VmWare gratuitamente, offre anche un supporto per il software Boot Camp di Apple, una soluzione che permette ai sistemi Mac basati su architettura Intel di far girare Windows Xp, ma non Windows Vista.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore