Vista, mobilità e sicurezza nelle aziende. E Acer?

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Incontro con Roberto Santarelli, responsabile della divisione professionale
di Acer Italia

Acer ha compiuto da pochi mesi i trent’anni di attività (allora si chiamava Multitech) e ha rinnovato da pochi giorni il suo allineamento di prodotti e di manager. Ma non ha cambiato l’attitudine a valorizzare a livello Emea e mondiale i manager di provenienza italiana. Abbiamo parlato di prodotti per il mondo enterprise e di mercato con Roberto Santarelli, da poco responsabile della divisione professionale di Acer Italia. Gli analisti di mercato di Gartner attribuiscono ad Acer la quarta posizione nel mercato globale dei Pc, la terza nella regione Emea e la prima nel segmento dei portatili in Europa Occidentale. Nel 2007 la società dovrà raggiungere l’ambizioso obiettivo del terzo posto mondiale nei personal computer. Il segmento professionale (desktop, notebook, server e storage) rappresenterà il 60% del fatturato Acer in Italia per quest’anno.

Con i nuovi annunci l’offerta Acer si fa completa: segno di un rinnovato interesse per il settore enterprise?
? Assolutamente sì, ci interessano tutte le fasce di clientela fino ai large account. Per questo tipo di clienti ? spiega Santarelli- abbiamo rinnovato il nostro modello organizzativo e di business con una struttura di trenta persone. Attraverso un contatto diretto sviluppiamo un processo di vendita che poi indirizziamo al canale?.
Quali sono i comportamenti di acquisto delle aziende ?
Continua Santarelli : ? I grandi utenti hanno dinamiche di approvvigionamento che continuano nel tempo. E’ un mercato di sostituzione con dinamiche diverse da quello delle Pmi. In questo momento le grandi aziende tendono a convogliare gli investimenti badando molto al loro core business: investono in It se questo è nel loro interesse. I cicli di investimento nell’It si allungano o si allargano verso altri settori come lo storage e la sicurezza?.
C’è un effetto Vista?
? Un effetto Vista non c’è sul mercato enterprise: lo si vede in quello consumer e forse nelle Pmi. Ma questo non vuol dire che non ci sarà. Ci sono ancora large account fermi a Nt come piattaforma. Vista non ha in questo momento impatto in termini di vendita per nessun fornitore. Ma il nuovo sistema operativo rappresenta un cambiamento totale soprattutto in termini di sicurezza. E le esigenze di sicurezza sono un tema sul tavolo di discussione nelle grandi aziende?.
Le funzionalità di sicurezza sono da tempo al centro degli sviluppi per i client di Acer, fissi e mobili. I portatili Acer sono stati tra i primi ad essere dotati di smart card integrata per proteggere l’accesso e la crittografia. Per ridurre i rischi e incrementare l’affidabilità, un chip integrato nei notebook della serie Travelmate con il nome di Trusted Platfrom Module immagazzina chiavi, password e certificati digitali direttamente sul portatile, permettendo l’autenticazione dell’utente e proteggendo la sicurezza del sistema. La verifica della reale identità dell’utente è garantita da una soluzione di lettura dell impronte digitali basata sul Tpm.
A livello fisico l’hard disk del portatile è protetto dalla tecnologia Dasp che comprende un sensore di gravità che ritrae automaticamente le testine del disco in caso di caduta. I notebook sono anche dotati di una suite software che comprende la creazione di una cartella che cripta in modo automatico i dati confidenziali e la gestione autonoma del operazioni di backup e ripristino dei dati.
Altro tema forte per le aziende è quello della mobilità.
Santarelli ricorda l’accordo tecnologico con Vodafone per offrire connettività embedded sui portatili Acer e preannuncia uno sviluppo sul fronte Wimax: ? Abbiamo già la tecnologia. Una connettività di tipo Umts non copre tutte le esigenze del mercato. Il Wimax sarà il punto di svolta?.
Nel secondo trimestre di quest’anno troverà sviluppo in Acer il brand Extensa, un ritorno per la linea professionale, che coprirà particolari aree di mercato con prezzi molto aggressivi. Sarà una linea di notebook che le terminologie di marketing definiscono come mainstream.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore