VIDEO: L’Italia secondo IDC, un 2008 difficile

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Incontrare Roberto Masiero, presidente di IDC Europa, è come entrare in un fiume in piena. Difficile da arginare, da condurre. Soprattutto se il tema della discussione è a lui particolarmente caro: l’Italia è pronta a innovare nel 2008?

Un domanda che cade in un momento difficile per l’economia italiana e mondiale, con un governo spezzato e scarsi segnali di ripresa economica all’orizzonte. Sono giorni convulsi, anche per l’assegnazione delle licenze WiMax, che potrebbero accelerare lo sviluppo della banda larga in Italia nel prossimo quinquennio. Ma l’innovazione digitale a che punto è in Italia? Solo qualche stralcio dell’intervista video qui proposta, un piccolo assaggio: “Oggi siamo in una situazione di down turn dell’economia… C’è forte rigidità della burocrazia che blocca il dinamismo.. . L’instabilità politica non è certo favorevole all’innovazione… L’Italia è il paese dei contrasti, c’è una polarizzazione tra ritardatari e innovatori… C’è un problema di governance, ma soprattutto un problema culturale… La resistenza di piccole posizione di potere all’interno della burocrazia è un elemento fondamentale di blocco… Dobbiamo puntare su infomobilità, energia replicabile, nuove tecnologie per il made in italy, far parlare tra loro economia, società e cultura”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore