Tibco propone un data management multidominio

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

L’azienda ha aggiornato alla versione 7.0 la propria suite Collaborative Information Manager.

Per consentire agli utenti di costruire e mantenere relazioni e rapporti sfuttando le stesse regole e gli stessi attributi attraverso una pluralità di dati provenienti da prodotti diversi e da locazioni differenti, Tibco ha aggiornato la propria soluzione di collaboration. Collaborative Information Manager 7.0, altrimenti nota come Cim, a detta di un portavoce, è il primo prodotto Mdm (Mediatech Doc manager) caratterizzato da capacità di una gestione dei dati multidominio.

Se i Web services sono sviluppati in modo da permettere di accedere e mofificare i dati attraverso dominii differenti e di importare ed esportare dati gerarchici attraverso i vari repository, Cim è in grado di modellare e mantenere gli Mde (multiple data elements) attraverso qualsiasi tipo di dominio, sfruttando una nuova capacità che consiste in una catalogazione incrociata che aiuta a mantenere le relazioni tra i dominii dei dati. Questa è una caratteristica che per altro differenzia Cim 7.0 dai prodotti concorrenti.

Tibco ha anche integrato una facility per il caching che assicura elevate performance alle regole asincrone, al workflow e ai processi di importazione ed esportazione dei dati per un gran numero di dataset. L’edizione 7.0 include miglioramenti ulteriori all’interfaccia utente per quanto riguarda l’importazione e l’esportazione dei metadata, un motore di ricerca per gli attributi dei dati e i cataloghi in stile Google, delegazione di tipo role-based, strumenti di comparazione delle versioni e una modalità di installazione e configurazione tramite wizard. Il prodotto gira su Red Hat Linux Es/As 3.1 o versioni successive e include supporto a 64 bit Microsoft Windows Server 2003, Aix 5.2, 5.3, Solaris 9, 10 nonché Hp-Ux 11.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore