Suite online per Microsoft e Adobe

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

In risposta alle recenti mosse di Google e Ibm, soprattutto, i due vendor si
apprestano a sbarcare su una riva già piuttosto affollata.

Oggi come oggi, la scelta di una suite di produttività individuale rischia di essere fra le più difficili, anche se, tutto sommato, poco rischiosa. Dopo Google Apps, OpenOffice.org, Ibm Lotus Symphony, Thinkfree Office, ora sono arrivate le risposte di Microsoft e Adobe.

Il leader mondiale del software per pc lancerà a fine 2007 Office Live Workspace, inizialmente in versione test in inglese, mentre dalla primavera inizieranno a essere disponibili le release localizzate, almeno in beta.

Professionisti e studenti che già usano Office potranno condividere ed editare documenti online, ma Microsoft punta soprattutto sulla possibilità di gestire i file in modo connesso o meno. Anche se un documento viene condiviso fra diverse persone, chiunque potrà memorizzare sulla propria postazione di lavoro l’ultima versione. All’inverso, scaricando un’estensione, sarà possibile lavorare su un documento registrato su un computer e poi salvarlo nel proprio Workspace online.

Office Live Workspace sarà proposto in due diverse versioni. Il ?modello base? sarà gratuito e finanziato dalla pubblicità, ma ce ne sarà anche una a sottoscrizione, che conterrà maggiori servizi, come una capacità estesa di storage dei documenti.

Adobe, invece, ha appena annunciato il prossimo lancio di Buzzword, a seguito della recente acquisizione di Virtual Ubiquity. Si tratta di un word processor online basato su Adobe Flex e che utilizzare il lettore Flash. A prescindere dal browser utilizzato o dalla postazione a cui ci si trova, l’utente potrà partecipare alla stesura online di un documento. A ciò si aggiunge Share, un nuovo servizio che permetterà agli utenti di invitare i propri contatti a visualizzare e accedere a documenti memorizzati online. Va sottolineato che l’acquisizione di Virtual Ubiquity è stata appena annunciata, ma sarà completata in novembre.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore