Un nuovo Laboratorio Rfid a Gallarate

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Per iniziativa della Camera di Commercio di Varese e dell’Università Carlo
Cattaneo nasce a Gallarate un laboratorio per dare alle imprese un punto di
riferimento per esplorare le opportunità della tecnologia Rfid

Camera di Commercio varesina, Regione Lombardia in collaborazione con l’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, hanno contribuito all’innaugurazione di un nuova struttura dell’Università Carlo Cattaneo (Liuc) dedicata a sistemi e tecnologie Rfid. Si tratta di novità di rilievo per le imprese di tutta l’area che potranno sperimentare e toccare con mano le capacità di un sistema che può sostituire o integrare il codice a barre, favorendo la tracciabilità dei prodotti e la collaborazione tra i vari soggetti della stessa filiera produttiva. La sede del laboratorio gallaratese situata in via Dante 5 vuole aiutare le Pmi a conoscere e implementaree la tecnologia Rfid nell’ambito delle proprie attività (gestione dei magazzini, delle manutenzioni, degli ordinativi e via dicendo). L’attività del laboratorio, denominato ?Lab#ID?, punterà al trasferimento tecnologico con diverse iniziative: dal supporto alle imprese per la realizzazione di uno studio di fattibilità tecnologica e organizzativa, ad attività di formazione volte a sviluppare competenze e formare persone capaci di operare consapevolmente nell’ancora giovane e poco assestato contesto dei sistemi Rfid. Ci sarano anche attività più tradizionali, come la possibilità di far “toccare con mano” la tecnologia, aprendo le porte a incontri con le imprese, o test sul campo svolti direttamente presso le sedi degli interessati. Interessante anche la proposta che mira a catalizzare partnership tra attori che operano sullo stesso territorio o nello stesso settore o filiera, fino alla potssibilità di interagire tramite una supply chain estesa. In questa veste il laboratorio può costituire anche la sede ideale per permettere l’incontro tra i fabbisogni delle imprese e le soluzioni presenti sul mercato. L’apertura verso la molteplicità di soluzioni è rispecchiata nell’ampia dotazione di apparati del laboratorio (tag, lettori, antenne) adatti ai molteplici contesti applicativi (formati, frequenze operative, potenze e altro ). Punto di riferimento per i possibili utilizzatori di sistemi Rfid, il laboratorio coinvolge anche fornitori e consulenti, che potranno presentare a potenziali clienti soluzioni e tecnologie. Il tutto secondo una logica super partes: perché l’imparzialità del Lab#ID è una componente qualificante del business model, proprio in quanto laboratorio universitario.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore