Softpeople Group si trasforma in Visiant

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Strategie organizzative e tecnologiche del nuovo brand della società italiana
specializzata in soluzioni e servizi It

Dietro al cambiamento del brand c’è qualcosa di importante. Potremmo definirla una svolta evolutiva. Il marchio Softpeople Group si era guadagnato nel mondo dell’Ict uno spazio e una visibilità notevoli in poco meno di 6 anni di attività. Cresciuta a un ritmo del 30-35%, anno su anno, l’azienda è passata da 33 milioni di fatturato del primo anno agli attuali 125 milioni e dalle tre società iniziali alle nove di ora. Il presidente Luciano Marini quando ha fatto l’annuncio del nuovo marchi “Visiant” ha spiegato come il “re-brand” serva a valorizzare un nuovo corso che riguarda l’organizzazione (ristrutturazione interna al gruppo) e una precisa scelta strategica (posizionamento sul mercato) da ottenere con servizi evoluti e un nuovo approccio. Una strategia che sposta l’attenzione dal livello federativo delle aziende che facevano capo a Softpeople a quello concentrato e unitario di Visiant che, tuttavia, lascia il decentramento decisionale necessario per essere pronti e vicini ai clienti di riferimento.
“Tutto quello che è accaduto in questi anni aveva bisogno di essere definito in qualche modo – dichiara -. C’era la necessità di tracciare una linea di confine che delimitasse un prima da un dopo. Visiant non punta più solo alla reattività rispetto alle esigenze espresse dalle aziende, grande punto di forza della società da cui è nata. Il passo ulteriore e decisivo è quello di prevenire le richieste, anticiparle e suggerirle”.
Il nome Visiant è frutto di una sintesi tra “Vision” e “Ante”, che sta per ” vedere prima”, anticipatore delle evoluzioni presenti a livello di mercato e di tecnologia. Anche il pay-off, oggetto di un’importante campagna di comunicazione del nuovo brand, “It’s Future” mescola la sigla tipica dell’information technology (It) con la terza persona neutra dell’inglese come per affermare che dietro alla socità c’è il futuro. Si vorrebbe sottolineare così l’elevato valore aggiunto per le imprese che guardano avanti.
Visiant, oggi, si presenta con una struttura finanziaria, operativa e commerciale rafforzata e presenta la sua offerta basandosi su quattro poli di competenza: Enterprise, Outsourcing, Erp e Security. Il progetto di lavoro consolida le competenze di livello dei singoli poli e offre un servizio di consulenza e gestione dei processi che ha un impatto sull’organizzazione e sulla tecnologia. La nascita della divisione Consulting, trasversale ai diversi poli, svolge una funzione essenziale di supporto dando alle imprese/clienti un valore aggiunto determinante. L’offerta, completata da poli ad alta specializzazione, si caratterizza per le potenzialità in ambito tecnologico/ingegneristico da un lato, e dall’altro nella dimensione, oggi essenziale, del Web e della comunicazione aziendale.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore