Pa: spesi oltre 40 milioni di euro nel mercato elettronico

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Le piccole e medie imprese rappresentano oltre il 90% delle aziende presenti sul Mepa e da sole hanno fatto registrare più dell’80% del valore di tutte le transazioni del 2007

Alla fine di ottobre, gli acquisti effettuati nel 2007 dalle Pubbliche Amministrazioni sul Mercato Elettronico gestito da Consip hanno varcato la soglia dei 40 milioni di euro, superando così il valore di tutte le transazioni concluse nell’intero 2006, che è stato di circa 38 milioni di euro.

Il dato oltre a testimoniare gli effetti della norma dell’1 luglio 2007 che obbliga le amministrazioni statali a utilizzare il Mepa per gli acquisti sotto la soglia comunitaria (137mila euro), evidenzia anche il crescente interesse per questo strumento da parte degli enti “non obbligati”. Sino ad oggi, infatti, sono oltre 2mila le amministrazioni che già utilizzano il Mercato Elettronico per i loro approvvigionamenti e una larga fetta di queste è costituita proprio da enti locali, sanitari, università e istituti scolastici che non sono sottoposti ad alcun vincolo normativo.

Di pari passo con l’aumento della domanda, si registra anche una notevole crescita dell’offerta. Superano ormai il migliaio i fornitori che hanno pubblicato i loro cataloghi sulla piattaforma telematica e sono più di 300mila gli articoli disponibili.
Circa il 90% delle aziende presenti sul Mepa è rappresentato da piccole e medie imprese, che coprono da sole più dell’80% del valore delle transazioni registrato nel 2007.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore