L’informatica nel Molise? È in buona salute

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Il 71,3% delle imprese possiede almeno un computer e il 70,8% si connette a
Internet. Primeggiano i servizi, al palo invece microimprese, pubblici esercizi
e commercio al dettaglio

Il Molise distanzia il Sud e mostra una chiara predisposizione ad adottare le tecnologie fornite dall’Ict. A primeggiare è il comparto dei servizi, ancora indietro, invece, il commercio al dettaglio, le imprese di piccolissime dimensioni e i pubblici esercizi. Questo è quanto emerge dalla ricerca ?Il Digital Divide nella micro e piccola impresa italiana?, la quale ha evidenziato che il 71,3% delle aziende molisane attive nei settori del commercio al dettaglio, del commercio all’ingrosso, dei pubblici esercizi e dei servizi ha in media almeno un personal computer, il 70,8% ha un accesso a internet e il 46,3% utilizza un server. Di tipo campionario, l’indagine è stata realizzata da Freedata con la collaborazione di Assintel e ha coinvolto più di 3.300 micro e piccole imprese italiane, rappresentative di oltre 2.200.000 aziende.

La penetrazione del Pc fra le società del terziario molisano è solo lievemente inferiore alla media nazional
e (71,3% contro il 73,8% a livello Italia), ma superiore di quasi 12 punti percentuali rispetto ai valori del Sud Italia, l’area geografica di appartenenza. Ancora indietro le micro imprese, mentre il valore sale all’aumentare della dimensione: tutte le imprese oltre i 10 addetti hanno almeno un Pc.
Le società dei Servizi sono le più informatizzate: il 97,2% possiede almeno un computer. Seguono a grande distanza le aziende del commercio all’ingrosso (65%), del commercio al dettaglio (53,2%) e i pubblici esercizi (50,7%).

In linea con i valori medi nazionali, ma sistematicamente superiori rispetto a quelli del Sud, sono i dati relativi all’utilizzo di Internet in azienda: il 70,8% ha una connessione al Web, contro il 55,2% della media relativa al Sud Italia. Ha un server in azienda il 46,3% delle aziende, rispetto al 38,5% del Sud.

Sulla base delle principali differenze che ne caratterizzano il livello di dotazione tecnologica, all’interno di ogni settore merceologico sono state individuate tre tipologie di imprese, low-tech, medium-tech e high-tech. Le aziende low-tech in Molise sono il 36,1%: in esse il Pc è ancora poco presente e la tecnologia è utilizzata in modo marginale. Il valore è comunque migliore rispetto al totale Italia (44,2%) e notevolmente superiore alla media del Sud, dove il 57% delle aziende è low-tech.

Le aziende medium-tech sono il 49,6%, valore ancora superiore rispetto al totale Italia (43,2%) e al Sud (28,3%), e le high tech sono il 14,3%, +1,5% rispetto alla media nazionale (12,7%) e solo lievemente inferiore, questa volta, al Sud (14,7%).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore