L’Ict rende il turismo siciliano più competitivo

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Una ricerca dell’Università di Messina e di Intel Italia evidenzia come
alcune piccole aziende siciliane del turismo abbiano tratto vantaggio dall’uso
della tecnologia e di Internet

Le tecnologie informatiche possono concretamente aiutare le piccole aziende del settore turismo a essere più competitive e migliorare il proprio business. È questo il dato principale che emerge da un’indagine commissionata da Intel all’Università di Messina.

L’obiettivo della ricerca, che ha coinvolto un campione rappresentativo delle piccole e medie imprese della Sicilia che basano la propria attività sul turismo, era di scoprire come queste realtà vivono il rapporto con le tecnologie informatiche e di comunicazione, se le usano e quali vantaggi ottengono.

Un dato rilevante è la diffusione della tecnologia e l’uso di Internet: l’87,4% degli intervistati ha dichiarato di utilizzarla per il normale svolgimento dell’attività lavorativa e l’85,6% ha un collegamento a Internet.
Buona la penetrazione dei Pc: il 23% ha almeno un portatile e il 76% almeno desktop e di questi oltre la metà lo possiede da più di 3 anni. Il computer assieme alla presenza su Internet con un proprio sito Web (il 79% possiede almeno un ?sito-vetrina? e il 61% un sito interattivo) sono considerati utili strumenti per migliorare il rapporto con i clienti esistenti e trovarne di nuovi.

Gli intervistati hanno dimostrato un utilizzo evoluto e interattivo delle tecnologie, evidenziando una stretta correlazione tra l’adozione degli strumenti informatici e il potenziale aumento di clienti: non a caso il beneficio più citato è l’aumento del numero di richieste ricevute grazie a email e sito Web (68%). Inoltre, il 52,1% degli intervistati ha dichiarato che, grazie all’uso delle tecnologie, ha riscontrato un concreto aumento del giro d’affari e di essere diventato più profittevole.

Importante è anche l’aspetto legato alla relazione con il cliente: Pc e Internet infatti sono visti dal 53,6% del campione come un canale preferenziale per mantenere vivo il rapporto con i client i, in virtù della possibilità di inviare loro informazioni e promozioni.
Solo il 12,6% del campione ha dimostrato poco interesse verso la tecnologia, non riuscendo a vedere un collegamento diretto tra It e capacità competitiva.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore