L’Emilia stanzia fondi per le imprese artigiane

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Dal 1° aprile le aziende della regione possono richiedere contributi agevolati per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile

Investimenti per l‘innovazione tecnologica, di servizio, organizzativa, commerciale, di prodotto e di processo produttivo. Ma anche finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale del ciclo produttivo e dei prodotti, allo sviluppo sostenibile, all’introduzione di sistemi di sicurezza sui luoghi di lavoro. Sono questi gli interventi per i quali le imprese artigiane dell’Emilia-Romagna dal prossimo aprile potranno chiedere contributi agevolati.

La Giunta regionale ha infatti approvato il nuovo bando per l’erogazione di contributi in conto interesse a favore delle imprese artigiane di produzione e di servizio. L’obiettivo è agevolare con un unico intervento gli investimenti delle imprese artigiane già previsti nelle leggi nazionali 598/94, 949/1952, 1329/65 e nella legge regionale 20/94, in quanto compatibili con le spese ammesse nel bando.

L’importo agevolabile per ogni singola domanda di contributo va da un minimo di 20mila euro a un massimo di 1 milione di euro, mentre è di 150mila euro l’importo massimo per i contratti di commessa/appalto (rispetto agli anni passati è stato eliminato l’abbattimento del 75%).

Il bando prevede inoltre il limite minimo di 10mila euro (Iva esclusa) per l’ammissibilità di ogni singolo contratto di commessa/appalto.

Le domande possono essere presentate a partire dall’1 aprile fino al 31 luglio 2008.

Il termine per la realizzazione degli investimenti per tutti i tipi di intervento è di 24 mesi dalla data di presentazione della domanda ad Artigiancredit, alle banche o società di leasing convenzionate con la Regione.

Per informazioni, si può scrivere all’indirizzo imprese@regione.emilia-romagna.it.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore