Le imprese piemontesi volano negli USA

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Grazie al Global Access Program, anche quest’anno sette aziende potranno
sviluppare una strategia internazionale. Nel 2005, Co.Mec. ha aperto una sede
negli Stati Uniti

Bosco Italia, Dott. Gallina, Gozzo Impianti, Sabelt, SDProget, Sepa e Tauring sono le imprese piemontesi in partenza per Los Angeles dove, grazie al Global Access Program (Gap), il loro management sarà affiancato da un gruppo di professionisti per sviluppare una strategia internazionale, articolata in un business plan e giudicata da un comitato di valutazione di Venture Capitalist internazionali.

Durante i sei mesi di programma, le sette Pmi diventeranno un caso di studio per gli alunni del Fully Employed Master in Business Administration (Femba) dell’Anderson School of Management della University of California (Ucla).Ciascuna impresa sarà analizzata da un team che lavora per eseguire ricerche di mercato, studi di settore (in particolare sulla competitività dei concorrenti), fino allo sviluppo del business plan per l’impresa. Ogni PMI è seguita inoltre da un ?mentor? – uno studente italiano laureato in ingegneria gestionale e con un master di secondo livello o un Ph.D. selezionato da Torino Wireless e dall’Istituto Superiore Mario Boella – che frequenta il corso di Mba con il compito di supportare il management dell’azienda e facilitare l’interazione tra le diverse culture.
Grazie al Gap, le Pmi riceveranno un dettagliato piano di business volto, ad esempio, al lancio di un prodotto sul mercato americano, alla costruzione di una rete di vendita, o anche alla creazione di uno spin-off. Inoltre, le aziende avranno anche la possibilità di apprendere una rigorosa metodologia di crescita aziendale e utilizzare approcci commerciali propri del mercato statunitense, grazie alle approfondite ricerche di mercato e alla partecipazione a fiere e incontri diretti.

Il valore della partecipazione di una singola azienda, pari a 45.000 euro, è coperto da Torino Wireless e dagli altri partner del Progetto: la Camera di commercio di Torino, l’Associazione Piccole e Medie Imprese Torino, l’Unione Industriale di Torino e le Aziende Meccaniche Meccatroniche Associate (Amma). Anche il Centro Estero per l’Internazionalizzazione Piemontese (Ceip) è coinvolto nel programma con un ruolo di supporto per la messa in pratica del piano. Il costo degli ?studenti italiani? è affrontato invece dall’Istituto Superiore Mario Boella.

Il Gap si inserisce, inoltre, nell’ambito delle attività di internazionalizzazione del sistema Piemonte del Progetto Think Up, promosso dalla Camera di commercio di Torino in collaborazione con la Regione Piemonte.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore