La Regione Toscana aiuterà i giovani professionisti

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Lo ha affermato l’assessore alle riforme istituzionali Agostino Fragai durante il convegno nazionale dei commercialisti a Pisa

Un aiuto economico per i giovani professionisti che si apprestano ad aprire uno studio, magari associato, e un prestito d’onore a chi invece sta svolgendo il tirocinio. Questa è la proposta dell’assessore alle riforme istituzionali Agostino Fragai, che ha illustrato l’intenzione della Regione Toscana di erogare prestiti d’onore fino a 15 mila euro per i praticanti, senza interessi e restituibili in quattro anni, e contribuiti fino a 10 mila euro, sempre rivolti ai giovani, per sostenere l’avvio di studi professionali o renderne più competitiva l’attività, a vantaggio anche degli utenti.

«Aiutare i giovani professionisti nell’avvio di una nuova attività – ha spiegato l’assessore – vuol dire anche favorire la mobilità sociale. Per il figlio di un professionista tutto è più semplice, per il figlio di un operaio non può esserlo altrettanto. Sostenere le professioni nel loro sviluppo è inoltre un passo obbligato, se vogliamo davvero modernizzare questo Paese e far sì che riprenda a camminare. Quella delle professioni è un’attività utile alla società e all’economia».
Dal canto suo, il Parlamento sta pensando alla defiscalizzazione dei guadagni dei primi tre anni per i giovani professionisti con meno di 35 anni. Nella legge quadro dovrebbero esserci garanzie maggiori anche sui tirocini. La Regione Toscana intende invece utilizzare i fondi europei per sostenere i giovani professionisti. «Riteniamo di poter partire fin dall’inizio del prossimo anno» ha assicurato Fragai.
Si tratterà di sostegni a studi associati, contributi sulle spese per l’acquisto di beni strumentali innovativi e nuove tecnologie, spese per la sicurezza dei locali o per abbonamenti a periodici specializzati e banche dati. E, sempre dal prossimo anno, ma solo entro giugno, potrebbe essere licenziata dal Consiglio regionale la nuova legge sulle professioni.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore