La priorità a piccole imprese e Mezzogiorno

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Questa è quanto deciso alla 125ª assemblea di Unioncamere per favorire lo
sviluppo del sistema produttivo meridionale

Rafforzamento delle infrastrutture locali e creazione di uno strumento finanziario dedicato alle piccole imprese. Queste alcune delle priorità individuate da Unioncamere per il sostegno alle Pmi e lo sviluppo del sistema produttivo meridionale.

Nell’Assemblea degli amministratori delle Camere di Commercio, tenutasi il 12 luglio alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e del Ministro dello Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, il Presidente di Unioncamere, Andrea Mondello, ha offerto a Governo e Regioni il contributo del sistema camerale per attuare le politiche a favore delle piccole imprese, le più colpite dai fenomeni di selezione e ristrutturazione in atto nel nostro sistema economico.

?Le Camere di Commercio ? ha spiegato Andrea Mondello ? sono pronte a realizzare una stretta collaborazione con il ministero dello Sviluppo Economico, per fornire analisi e progetti e per dare attuazione, attraverso la propria rete, alle politiche di intervento per le piccole imprese?. Le Camere possono svolgere quelle funzioni che in altri Paesi hanno garantito successi nelle politiche a favore delle Pmi. ?Si pensi alla Small Business Administration, realizzata con successo negli Stati Uniti, un sistema economico certamente non statalista ? ha evidenziato Mondello -. In questi mesi abbiamo già individuato alcune delle priorità, tra le quali il rafforzamento delle infrastrutture locali e la creazione di uno strumento finanziario che operi a favore dei confidi, del seed capital e del venture capital. Accanto al sostegno alle imprese minori, riteniamo altrettanto fondamentale dare un nostro deciso contributo per portare il Sud su un cammino di crescita?. Le criticità riguardano le condizioni di contesto. ?Occorre intervenire sulla qualità dell’istruzione e della formazione, oggi in evidente affanno ? ha concluso Mondello -: solo per questa via si potranno alimentare la cultura della legalità e i valori della libertà d’impresa. Perché lo Stato possa riacquistare un pieno controllo del territorio e favorire la necessaria coesione sociale, è determinante il ruolo di una buona amministrazione, garante del rispetto delle regole, ma anche amica dei cittadini e delle imprese?.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore