La convenienza dell’archiviazione elettronica di documenti fiscali

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Assintel ha organizzato due incontri sul tema della conservazione elettronica
di documenti fiscali, dove Idc mostra i notevoli vantaggi che vi sono associati

Prima a Roma e poi a Torino si sono tenuti due incontri organizzati da Assintel, associazione nazionale delle imprese Ict, sul tema “Archiviazione documentale: la conservazione elettronica dei documenti come nuova frontiera per l’efficienza e il risparmio nella Pmi”. L’idea nasce dalla circolare interpretativa 36/E con cui si concede la possibilità di conservare in modalità elettronica i documenti rilevanti ai fini fiscali, sostituendo l’obbligo della conservazione su supporto cartaceo. Lo scopo dei due incontri era di rafforzare questa nuova possibilità presentando i risultati di una ricerca Idc che evidenziava come oltre il 40% delle aziende intervistate stia realizzando o abbia l’intenzione di realizzare alcune iniziative nel campo della gestione dei documenti e dei contenuti. Secondo l’indagine di Idc il 27% ha già in corso progetti in tal senso, mentre il 14% dichiara di voler investire nel corso del 2007. Inoltre, si stima in 14 miliardi di euro il risparmio derivante dalla conservazione elettronica dei documenti, con una riduzione dei costi di gestione e di logistica superiore al 65%. Giorgio Rapari, presidente di Assintel afferma che l’iniziativa si inserisce nella mission culturale dell’Associazione per «portare sul territorio esperienze e strumenti concreti per stimolare la diffusione di una cultura d’innovazione tecnologica in tutto il sistema Paese».
Per avere maggiori informazioni collegarsi al sito di Assintel (www.assintel.it), nella sezione convegni

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore