La Calabria agevola l’innovazione e il consolidamento

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Al via in agosto due provvedimenti che metteranno a disposizione delle
piccole e medie imprese risorse complessive per 20 milioni di euro

Dal 6 agosto saranno operativi in Calabria due interventi a valere sulla legge 598/94: il primo intende agevolare gli investimenti in innovazione tecnologica, organizzativa e commerciale, tutela ambientale e sicurezza sui luoghi di lavoro; il secondo è volto a favorire il consolidamento a medio termine delle passività a breve.

I due provvedimenti sono indirizzati alle piccole e medie imprese calabresi che potranno usufruire di risorse complessive pari a 20 milioni di euro. Per tutti e due i regimi di aiuto sono previsti incentivi in conto interessi pari al 100% del tasso di riferimento più un contributo a titolo de minimis per l’accesso alla garanzia rilasciata dai confidi regionali.

Per la 598 oeinnovazione? sono ammissibili ai contributi le imprese che operano nei seguenti settori: estrazione di minerali, attività manifatturiere, produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua, costruzioni, commercio. Sono inoltre ammissibili le imprese attive nel settore dell’informatica, della ricerca e sviluppo, dei servizi alle imprese, dello smaltimento di rifiuti e acque di scarico.

Più ampia la platea delle imprese ammesse ai contributi per il consolidamento, da cui sono escluse soltanto quelle che operano nell’agricoltura, nella pesca, nella piscicoltura e acquicoltura, e nell’industria carboniera.

Gli investimenti agevolati dalla 598 oeinnovazione? dovranno essere realizzati attraverso finanziamenti bancari o leasing di durata non inferiore a un anno.

Per ciascuna unità operativa nell’arco dei 12 mesi potranno essere presentate una o più domande fino a concorrenza di un milione di investimenti. Tali domande, oltre che da banche e società di leasing, potranno essere presentate anche dai confidi. Per quanto riguarda il consolidamento, invece, il finanziamento può avere una durata massima non superiore a 5 anni (comprensivo di 1 anno di preammortamento) e dovrà essere erogato all’impresa in un’unica soluzione.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore