La burocrazia frena le micro imprese

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Senza la zavorra degli iter burocratici, le piccolissime aziende incrementerebbero del 5,8% la produttività, dimezzando il gap che le divide dalle più avanzate realtà europee

Le imprese italiane pagano ogni anno 14.920 milioni per i costi dovuti alla burocrazia. Complessivamente, gli imprenditori “bruciano” un punto di Pil in costi interni ed esterni per gestire i rapporti con la Pubblica Amministrazione. L’onere maggiore, pari a 11.386 milioni di euro, viene sopportato dalle microimprese (quelle fino a 9 addetti).
Questi numeri sono frutto delle stime dell’Ufficio studi di Confartigianato, che ha analizzato gli effetti del peso degli adempimenti amministrativi sul sistema imprenditoriale.

Confartigianato ha inoltre calcolato che, se le tutte le aziende italiane fossero liberate dalla zavorra burocratica, incrementerebbero la produttività del 2,3%. Addirittura, le microimprese registrerebbero un aumento del 5,8%, recuperando più della metà (53,7%) del gap di produttività che attualmente scontano rispetto alla media della produttività di Francia, Germania e Spagna.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore