Industria 2015, un’iniziativa a misura di Pmi

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Secondo i dati raccolti da Cna, il numero delle proposte di innovazione
presentate da parte delle piccole e medie imprese supera il 40% del totale

Non c’è alcun dubbio: Industria 2015 ha raccolto ampi consensi presso le piccole e medie imprese italiane. Secondo quanto riportato sul sito della Cna, le consultazioni effettuate nella prima fase dei progetti di innovazione industriale relativi al disegno di legge del settembre 2006 sulla nuova politica industriale, che è volto a stabilire le linee strategiche per lo sviluppo e la competitività del sistema produttivo italiano del futuro, ha visto un’adesione da parte delle Pmi anche superiore al 40% del globale. In particolare, tra le società interessate al Piano Innovativo Industriale (Pii) relativo all’energia, le Pmi raggiungono il 23% e le microimprese il 24,6%, mentre nel settore trasporti e mobilità si arriva, rispettivamente, al 15% e al 18%.

«Un segno di grande vitalità ? ha sottolineato Claudio Giovine, responsabile del dipartimento politiche industriali della Cna -, che va alimentata e sostenuta anche nella fase successiva di Industria 2015, quando si tratterà di passare alle scelte operative. La Pmi ha dimostrato ricettività e voglia di impegnarsi su progetti strategici. I numeri di adesione alle ricognizioni effettuate sui primi due Pii dimostrano anche che la piccola impresa e la microimpresa sono disposte a collaborare con aziende più strutturate e il mondo della ricerca».

A fronte di ciò, ha precisato Giovine, è importante che il Fondo che intende favorire l’accesso al credito e l’utilizzo della finanza innovativa sia finalizzato alle pmi e alle imprese artigiane, «ma è anche il caso di valorizzare il ruolo della garanzia mutualistica prestata dai Confid. E’ fondamentale che nella predisposizione dei bandi che chiameranno gli intermediari finanziari a presentare proposte di strumenti di finanza innovativa sia previsto il coinvolgimento delle rappresentanze imprenditoriali, dal momento che la mission Fondo stesso è e resta l’aiuto alle imprese».

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore