In diminuzione le vendite dei piccoli esercizi

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

I dati di Unioncamere relativi al terzo trimestre 2007confermano la diffusa sensazione che gli italiani facciano spesso la spesa negli ipermercati

Da tempo è una sensazione diffusa che sempre più spesso gli italiani facciano la spesa nei supermercati, magari alla ricerca di vendite promozionali, mentre sempre meno di frequente acquistino nei piccoli esercizi commerciali. Ora la conferma di questa sensazione arriva dall’indagine periodica del Centro Studi di Unioncamere sulla congiuntura delle piccole e medie imprese del commercio e dei servizi nel terzo trimestre 2007. Infatti, i dati mostrano un calo record delle vendite del commercio al dettaglio (-1,1%), il valore più basso toccato nel periodo dal 2005), frutto di una sensibile flessione delle imprese fino a 19 dipendenti (-3,5%) e di un incremento di quelle con oltre 20 dipendenti (+3,1%). Ipermercati, supermercati e grandi magazzini, poi, mettono a segno un aumento delle vendite pari al +3,6%. In leggera contrazione anche il volume d’affari delle imprese dei servizi (-0,5%), con le piccole aziende che appaiono in difficoltà (-1,1%).

In particolare, l’indagine di Unioncamere evidenzia una contrazione delle vendite nel commercio specializzato sia alimentare (-2,9%) sia non alimentare ( 2,1%). Il dettaglio territoriale conferma vendite ancora deboli nelle regioni del Sud e Isole (-3,1%), seguite dal Nord-Ovest (-1,2%) e dal Centro (-0,9%): in queste areela contrazione delle vendite arriva dopo 7 trimestri consecutivi di crescita. Risulta ancora positiva, invece, la dinamica delle vendite delle imprese commerciali localizzate nel Nord-Est (+1,4%).

Nel terzo trimestre 2007, il volume d’affari dei servizi (esclusa la distribuzione) ha segnato una contrazione dello -0,5%rispetto allo stesso periodo del 2006. Il dato conferma il rallentamento già evidenziato nello scorso trimestre (-0,4%). Sono le imprese fino a 49 dipendenti a mostrare la flessione più marcata (-1,1%), mentre quelle con 50 dipendenti e oltre registrano un incremento del fatturato pari a +1,3%. Le mense e i servizi bar sono i settori che fanno registrare la contrazione più significativa (-2,2%), seguite dalle imprese dei servizi alle persone (-1,7%) e dei servizi avanzati alle imprese (-1,1%). Poco al di sotto della media il settore turistico (-0,8%). In crescita l’informatica e telecomunicazioni (+1,0%) e i trasporti, logistica e servizi collegati (+0,7%).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore