I trend 2007 del marketing on line

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Secondo TradeDoubler quest’anno ci saranno sviluppi in tre aree: la
promozione del brand, investimenti più rapidi e flessibili e nascita della
pubblicità locale

Il 2006 è stato un anno molto importante per lo sviluppo di Internet. L’arrivo del Web 2.0 ha portato alla nascita del social networking (blog, forum on line e fenomeni come YouTube e MySpace). Per la prima volta, le ore passate on line hanno superato quelle trascorse a guardare la televisione. Questo cambiamento è un fattore decisivo nel mondo dell’advertising e gli investitori hanno preso atto che il modo in cui viene fruita l’informazione è cambiato in modo radicale.

Il 2007 per TradeDoubler si apre, quindi, all’insegna dell’ottimismo, anche se la spesa in advertising on line è ancora ridotta in proporzione alla spesa in pubblicità televisiva. Gli investitori tradizionali, però, hanno iniziato ad accettare il fatto che il loro budget deve cambiare rotta, se vogliono raggiungere la loro audience.

Un chiaro segnale di questo trend è la crescita prevista nella vendita online da parte degli investitori pubblicitari di Fmcg e Automotive per il 2007. Secondo le previsioni di eMarketer, nel 2007 i dealer locali aumenteranno gli investimenti nei media digitali e si prevede che la categoria auto raggiungerà un valore di 2,7 miliardi di dollari, corrispondente al 15% dell’on line e della spesa del prossimo anno. Inoltre Group M, il ramo investimenti del colosso Wpp, ha previsto una crescita pari a 160 milioni di dollari nell’on line per il prossimo anno, il che (dichiara l’istituto di ricerca ) darà il via alla seconda fase dell’advertising su Internet e vedrà anche gli investitori della Gdo puntare finalmente su questo mezzo. L’elevato numero di persone che naviga on line avrà un grande impatto sulla scelta dei brand che le persone faranno e sul modo in cui recepiranno i brand medesimi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore