Disponibili 18,5 milioni di euro per la ricerca nelle imprese piemontesi

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Chi deciderà di accedere al fondo saprà in soli 15 giorni se potrà trasformare le proprie idee tecnologiche in veri progetti. Partecipa all’iniziativa il Ministero Università e Ricerca con un investimento di 18,5 milioni di euro

Grazie all’Accordo di Programma in corso con tra Miur (Ministero dell’Università e della Ricerca), Regione Piemonte, Provincia di Torino, Comune di Torino, Camera di commercio di Torino Sono vengono stanziati 18,5 milioni di euro per sostenere i progetti di ricerca e sviluppo delle più dinamiche e tecnologiche imprese piemontesi.

Per accedere ai finanziamenti e alla concessione di agevolazioni, le imprese potranno avvalersi di una nuova procedura che accorcerà i tempi di valutazione e negoziazione delle proposte.

Il bando è stato predisposto dalla Fondazione Torino wireless, che ha individuato gli argomenti in grado di rappresentare punti di forza e un concreto valore aggiunto per il territorio, su cui indirizzare le aziende a proporre idee progettuali. Oltre a ciò, la Fondazione Torino Wireless gestirà la preselezione dei progetti: in soli 15 giorni saranno individuate le idee progettuali da trasformare in veri progetti.

I temi del bando sono i seguenti:

Tema 1: “Soluzioni, servizi, applicazioni nell’ambito della multimedialità e dei contenuti digitali”, in cui ricadono per esempio le soluzioni per la classificazione, il reperimento, la gestione e distribuzione di contenuti multimediali.

Tema 2: “Soluzioni di sistema per la robotica mobile di servizio”, che comprende le soluzioni di domotica o l’integrazione di funzionalità (visione artificiale, comunicazione verbale e così via).

Tema 3: “Sistemi di produzione di nuova generazione”, in cui ricadono, ad esempio, soluzioni avanzate di connettività sicura ad alta capacità (wireless e fibre ottiche a basso costo) in ambiente di produzione o soluzioni per l’incremento della sicurezza degli impianti produttivi e per la riduzione delle cause di potenziale pericolo e di incidenti in ambito manifatturiero.

Tema 4 : “Sistemi di telemonitoraggio, telecontrollo e telegestione per ambiti specifici”: il settore aeronautico (ad esempio sistemi per la manutenzione in campo in connettività locale e remota, terminali utenti a elevata interfaccia e usabilità); il settore energetico (soluzioni Ict per l’aumento dell’efficienza energetica; meccanismi intelligenti e distribuiti di monitoraggio e gestione per le reti di produzione/distribuzione e consumo energetico); in ambito prevenzione ed emergenza (reti e sensori integrati per il controllo unificato delle emergenze; piattaforma interoperabile per le comunicazioni; piattaforme mobili per il monitoraggio e supporto alle decisioni; tecnologie avanzate di “data fusion” e così via)

Tema 5: “Sistemi, servizi e applicazioni Ict nel settore delle tecnologie wireless”, in cui ricadono tutti i sistemi e le applicazioni in ambiente mobile per voci, dati e video.

Ai progetti riguardanti i primi quattro temi vengono destinati 15,5 milioni di euro mentre al tema 5 sono sono riservati 3 milioni di euro.

Le idee progettuali dovranno essere presentate a Torino Wireless compilando il form sul sito www.torinowireless.it entro il 25 febbraio. La Fondazione darà risposta entro il 17 marzo.

Le idee selezionate passeranno alla seconda fase che prevede l’elaborazione da parte dei soggetti proponenti di vere proposte progettuali con la possibilità di essere affiancati da esperti della Fondazione Torino Wireless.
Le proposte progettuali verranno quindi esaminate da una Commissione esterna alla Fondazione. Questa seconda fase porterà alla selezione delle proposte progettuali che, integrate con la modulistica ministeriale, saranno trasmesse al Miur gli elaborati al Ministero per i passi la valutazione finale e l’erogazione del finanziamento.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore