Bergamo: agevolazioni per fiere internazionali

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

La Camera di Commercio di Bergamo stanzia 250mila euro per stimolare la
partecipazione delle Pmi locali a fiere estere. Ecco alcune anticipazioni dal
bando

Bergamo aiuta l’internazionalizzazione delle realtà imprenditoriali della zona con uno stanziamento di 250mila euro. La Camera di commercio della città lombarda è attiva in questo campo dal 1998, quando con un ufficio di rappresentanza aperto a Shangai aveva aperto una porta sull’oriente. L’ufficio, infatti, fornisce servizi personalizzati e supporto operativo in un mercato in forte crescita come quello cinese.
In questo contesto è nato anche lo stanziamento di fondi dedicato alle micro, piccole e medie imprese (anche artigiane) iscritte al Registro delle imprese di Bergamo che godono dei diritti camerali. I contributi tendono a sostenere la partecipazione delle imprese locali a eventi fieristici che si svolgono all’estero, e sono erogati in vaucher con un valore compreso tra 3.700 e 5.700 euro. Il finanziamento adersce alla normativa comunitaria e viene concesso in regime ‘de minimis’, ammettendo anche le imprese che nell’ultimo triennio hanno avuto contributi pubblici per un valore superiore a 200mila euro.
Le fiere cui è possibile partecipare per usufruire dei contributi vanno selezionate dal calendario delle manifestazioni allegato al bando di concordo disponibile all’indirizzo: www.bg.camcom.it/release/bandi/allegati_bandi/BG017-testobando.pdf.
La Camera di Commercio si riserva la possibilità di rifinanziare il bando per soddisfare richieste, ammesse ma non finanziabili per esaurimento fondi, e di ampliare il calendario delle manifestazioni agevolabili. La richiesta va presentata nel modulo munito di marca da bollo e deve contenere: l’individuazione delle fiere (max 3), il consenso al trasferimento, dalla Camera di Commercio al soggetto attuatore, dell’importo del voucher di competenza, a decurtazione delle somme dovute per la partecipazione alle fiere prescelte. Le domande devono pervenire allo Sportello LombardiaPoint della Camera di Commercio e in caso di spedizione a mezzo raccomandata fa fede il timbro postale. L’esaurimento del fondo, sarà comunicato a mezzo stampa locale e sul sito web camerale

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore