Artigiancredito e Regione finanziano le imprese toscane

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

Obiettivo è consentire anche alle Pmi meno capitalizzate di accedere al
credito e di attivare così gli investimenti necessari per fare ricerca e
accrescere la propria competitività attraverso l’innovazione.

Le imprese che intendono investire in innovazione e ricerca precompetitiva hanno ora l’opportunità di accedere al credito con finanziamenti rimborsabili a tasso zero. È quanto prevedono le nuove misure dedicate alle Pmi e proposte da Artigiancredito Toscano in collaborazione con la Regione Toscana nell’ambito dei nuovi programmi di sviluppo per l’artigianato previsti per il periodo 2007-2009. Tali misure intendono permettere anche alle imprese meno capitalizzate di poter accedere al credito e di attivare così gli investimenti necessari per fare ricerca, innovarsi e accrescere la propria competitività.

I finanziamenti a tasso zero intendono coprire il 60% della spesa ammissibile; la cifra può arrivare al 70% nel caso delle imprese dell’artigianato artistico e tradizionale. Più nello specifico, per gli investimenti in ricerca precompetitiva, sono previsti finanziamenti per un importo massimo di 750.000 euro, mentre negli altri casi il tetto è fissato a 500.000 euro.

Sul versante dell’innovazione, sono ammessi gli investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali, consulenze nei settori tecnologico, organizzativo e commerciale, spese per le prime partecipazioni a mostre e fiere, costi di brevetto. Riguardo la ricerca precompetitiva, infine, i finanziamenti sono riservati per la copertura dei costi di strumentazioni e attrezzature, di servizi di consulenza, di brevetto e di tutte le altre spese imputabili all’attività di ricerca, comprese quelle per il personale impegnato.
Ulteriori informazioni sul sito

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore