Al via la Comunicazione Unica

EnterpriseStart up
0 0 Non ci sono commenti

E’ partita la sperimentazione per l’avvio dell’attività d’impresa. La fase facoltativa prevista dalla legge durerà sei mesi e si concluderà il 19 agosto 2008

E’ entrata in vigore la Comunicazione Unica per l’avvio dell’attività d’impresa, ovvero la procedura attraverso la quale le imprese potranno essere operative in 1 giorno e assolvere, al massimo in 7 giorni, gli adempimenti dichiarativi verso Registro delle Imprese, Inps, Inail e Agenzia delle Entrate mediante la presentazione di un modello informatico unificato.

La fase facoltativa prevista dalla legge durerà sei mesi e si concluderà il 19 agosto 2008, giorno dal quale la nuova procedura sarà operativa su tutto il territorio nazionale e per tutti i tipi di imprese. Con la nuova procedurano si avranno tempi certi e veloci per i riscontri. Infatti, all’impresa giungerà immediatamente presso una casella di posta elettronica certificata (PEC) gratuita, fornita dalle Camere di Commercio, la ricevuta di protocollo della pratica che costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività.
In pratica, la “regia” delle comunicazioni viene affidata alle Camere di Commercio che, attraverso InfoCamere, la loro società di informatica, diventano l’unico front office per tutte le registrazioni ai fini dell’attribuzione del codice fiscale e/o della partita Iva e per l’iscrizione al Registro delle Imprese, ma anche ai fini previdenziali (Inps) e assicurativi (Inail).

Come da accordi tra gli enti coinvolti (Inps, Inail, Agenzia delle Entrate, Camere di Commercio) e in attesa della pubblicazione del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che individua le regole tecniche per la trasmissione della Comunicazione Unica, la sperimentazione avverrà secondo le seguenti modalità:
le comunicazioni ai fini previdenziali potranno essere eseguite inizialmente solo in alcune province “pilota” (sono state proposte: Torino, Venezia, Padova, Prato, Pescara, Ravenna, Milano, Napoli, Cagliari e Taranto) e solo da alcuni soggetti tra imprese, associazioni, professionisti che le Camere interessate coinvolgeranno nella sperimentazione e formeranno sulla nuova procedura
-in una seconda fase, previa verifica tra gli enti coinvolti, la sperimentazione verrà estesa a tutto il territorio nazionale e a tutti i soggetti (tipi di impresa)

Per quanto riguarda gli enti coinvolti, nel periodo sperimentale gli adempimenti che sarà possibile assolvere mediante la Comunicazione Unica saranno i seguenti:
Agenzia delle Entrate: tutti (dichiarazione di inizio attività ai fini Iva, variazione dati, cessazione attività)
Camere di Commercio: tutti (iscrizioni, modifiche, cessazioni)
Inail: solo iscrizioni
– Inps: solo iscrizioni per titolari/soci di imprese del terziario e datori di lavoro non artigiani. Sono esclusi nella prima fase gli imprenditori agricoli.

A regime anche per Inail ed Inps, la procedura varrà non solo per l’avvio, ma anche per comunicare variazioni e cessazione dell’impresa.
Per ulteriori informazioni www.registroimprese.camcom.it

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore