Semaforo verde a Google-DoubleClick

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

L’Antitrust Usa dà l’ok all’offerta di 3,1 miliardi di dollari di Google per DoubleClick. Continua l’indagine Ue

Negli Stati Uniti può andare in porto l’offerta di 3,1 miliardi di dollari di Google per DoubleClick. Il pay-per-clic, basato sulle ricerche online degli utenti, di Google può andare a nozze con la pubblicità tramite banner di DoubleClick. Ora rimane da superare lo scoglio dell’Antitrust Ue.

L’Antitrust Usa, Commissione Federale per il Commercio (Ftc), dopo aver allungato i tempi per esaminare gli effetti dell’operazione, ha dato il semaforo verde al matrimonio Google-DoubleClick.
Proprio ieri, grazie all’accordo Viacom-Microsoft, gli osservatori avevano immaginato un lieto fine per l’affare Google-DoubleClick: il fatto che Viacom lasciasse DoubleClick per Microsoft, era la dimostrazione che la competizione nel mercato non fosse ridotta.

Con quattro voti a favore e uno contrario, la Ftc ha posto fine a un’indagine di otto mesi. L’indagine riguardava non solo la materia antitrust, anche i problemi della privacy sollevati dall’operazione: dall’acquisizione, Google si trova in mano una mole impressionante di dati personali sugli utenti online.
La questione privacy sarà studiata ancora dall’Antitrust Ue.

A livello globale il mercato dell’advertising online è in fase di consolidamento, come dimostrano le acquisizioni di aQuantive da parte di Microsoft, BlueLithium da parte di Yahoo, Tacoda e ieri Quigo da parte di Aol di Time Warner.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore