Quando ecologia non fa rima con economia

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Per i Cio europei l’aderenza agli standard ecologici è ancora resa difficile dai limiti finanziari

In Europa il 94% dei Cio pensa che le aziende dovrebbero impegnarsi di più per elevare i livelli di ecocompatibilità aziendale. Quasi nove aziende su dieci ritiene che ci sia un conflitto tra le normative dei vari governi nazionali e quelle dell’Unione Europea che fa lievitare i costi tant’è che l’89% percepisce la green compliance, ovvero la conformità alle politiche ecologiche, come una criticità economica. Attualmente, infatti, ogni Paese sta adottando un insieme diverso di regolamentazioni, promuovendo differenti tecnologie e differenti metodologie di calcolo delle emissioni. L’introduzione di un sistema standardizzato per tutti i Paesi dell’Unione rischia di azzerare gli investimenti ed ecco perché il discorso viene messo sul piano finanziario.

A condurre la ricerca è Coleman Parkes, che ha intervistato 200 aziende inglesi, francesi, tedesche, olandesi, italiane e svedesi per scoprire che la spesa per gli adeguamenti alle direttive verdi si attesta su una media europea pari al 5,7% del fatturato annuale ma, per capirel’impegno reale, in Germania arriva al 9,2%.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore