Perché Dell con EqualLogic?

Data storageEnterprise
0 0 Non ci sono commenti

Gli analisti si interrogano sulla costosa acquisizione. Ragioni tecnologiche e di mercato si ripercuotono su questa operazione

L’acquisizione di EqualLogic da parte di Dell per 1,4 miliardi di dollari ha gettato un sasso nello stagno del mercato storage.
EqualLogic non è un nome qualsiasi nelle San. Si tratta, dicono gli esperti, del più grande costruttore indipendente di disk array basati su iScsi, che dava del filo da torcere ai grandi costruttori come Emc, Netapp, Hp, Ibm e Sun.

Ma c’ è un altro risvolto che giustifica l’acquisto per Dell: EqualLogic ha una forte relazione con Vmware. E Dell da parte sua ha da poco stretto legami con Xensource, rivale di Vmware nella virtualizzazione.

Infine un indizio tecnologico può venire dal trend crescente dell’iScsi che nello storage in rete sta minacciando da vicino la connettività Fiber Channel che da sempre ha caratterizzato i grandi sistemi.

L’iScsi, oltre che più economico, è più facile e flessibile da gestire soprattutto in un ambiente virtualizzato dove le risorse di storage vengono attinte da un pool comune.
Nella fascia entry dello storage Dell ha un accordo Oem con Emc, ma forse è arrivato il momento in cui vuole fare da sola.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore