Palm abbandona Foleo

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Il costruttore non lancerà il pc ultraportatile sotto Linux annunciato con
grande enfasi lo scorso maggio.

Non è un periodo semplice per Palm. Oggetto di voci di acquisizioni e indebolito sul mercato di punta dei palmari, il costruttore aveva annunciato in maggio il futuro lancio di Foleo, un pc ultraportatile sotto Linux. A breve distanza da quell’annuncio, arriva la notizia dell’abbandono di questo sviluppo, motivato con l’intenzione di volersi concentrare sugli smart phone. L’informazione è stata resa pubblica attraverso il blog ufficiale della società, sul quale è stato lo stesso presidente, Ed Colligan, a spiegare il perché di questa decisione. Il massimo manager di Palm ha precisato che lo sviluppo congiunto di due piattaforme software distinte (quella di Foleo e quella degli smart phone) non è sostenibile dall’azienda. Il gruppo non ha chiuso del tutto la porta di questo progetto, ma per ora non sono stati forniti nuovi piani o date. Prevista in origine per l’estate 2007, l’uscita di Foleo era stata poi posticipata a ottobre, apparentemente per problemi di software che il fornitore di Palm, Wind River, stava comunque cercando di risolvere. Peraltro, l’ultraportatile Linux non era stato accolto bene dagli analisti, che non avevano compreso il perché di una moltiplicazione dei dispostivi, in una fase in cui sembra prevalere la tendenza alla convergenza. L’avventura sarebbe comunque costata a Palm circa 10 milioni di dollari.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore