NetIq studia il VoIp e i limiti del suo sviluppo

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Secondo i ricercatori, la mancanza di strumenti di performance management influirà sulla soddisfazione a lungo termine degli utenti

NetI, divisione di Attachmate, ha condotto un sondaggio su un panel di 240 utilizzatori americani ed europei per analizzare l’adozione del Voice over Internet Protocol. Per quanto riguarda le performance, 60% degli intervistati giudica il livello complessivo di soddisfazione degli utenti come alto e molto alto, mentre una percentuale simile (59%) valuta molto soddisfacente il livello di riduzione dei costi.

Dalle risposte emerge però come un numero elevato di implementazioni VoIp non comprendano strumenti di monitoraggio e gestione pensati per controllare la qualità del servizio (QoS), che sono invece fondamentali per soddisfare gli obiettivi di prestazioni del sistema desiderate dal campione. Il 46% degli intervistati non sta prendendo in considerazione nessun tipo di soluzione di gestione o controllo per i deployment VoIp iniziali, mentre un impressionate 90% ha affermato che le prestazioni e la disponibilità rappresentano le preoccupazioni principali.

In particolare, la ricerca ha coinvolto un panel costituito da 66 responsabili It italiani di medie o grandi imprese che utilizzano o hanno in programma di installare sistemi VoIp. Più della metà degli intervistati (59%) ha definito come “bassa” o “molto bassa” la possibilità che virus o worm attacchino il proprio sistema VoIp. Anche i rischi di Spit (Spam over Ip) e Sip sono considerati minimi dagli intervistati: rispettivamente, solo il 12% e il 18% definiva queste minacce alla sicurezza come “gravi” o “molto gravi” e solo il 24% degli intervistati era preoccupato dal DoS o dalle frodi tariffarie. Mentre la maggior parte aveva installato un firewall per proteggere l’infrastruttura, meno della metà disponeva di una gestione della sicurezza appositamente progettata per salvaguardare il proprio sistema VoIp.

Secondo gli analisti, il sondaggio evidenza un preoccupante compiacimento tra le aziende che hanno già installato un’infrastruttura VoIp o stanno per farlo mentre sarebbe invece necessario valutare a fondo le possibili vulnerabilità presenti nella rete e persino nei telefoni. Le aziende da sempre si concentrano sulla qualità della voce e sulle prestazioni, ma l’attenzione per la sicurezza e misure come la crittografia dei servizi voce e frequenti audit della sicurezza deve essere altrettanto importante.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore