L’uso dei tool di collaborazione crescerà nel 2008

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

In base ai risultati di un’indagine condotta da Forrester Research, molte aziende giudicano prioritaria una strategia collaborativa.

Su oltre mille responsabili di sistemi informativi da poco interpellati da Forrester Research, in Europa e Nordamerica, il 15% giudica “molto prioritario” l’avviamento di una strategia di collaborazione nel 2008, mentre un altro 34% si accontenta di qualificarla come solamente “prioritaria”. Per contro, c’è un 33% delle aziende che non hanno inserito questa voce fra le priorità per il prossimo anno e un 17% che non ha pianficiato alcuna strategia in materia.

Secondo l’indagine, sono le aziende con oltre mille dipendenti che mostrano il maggior interesse per la collaboration. In queste realtà, la metà dei responsabili dei sistemi informativi conta di avviare una strategia di collaborazione nel 2008. L’interesse pare concentrato soprattutto sulle tecnologie di Microsoft, che vengono citate nel 55% dei casi, con un risultato migliore rispetto ai fornitori tradizionali e anche rispetto ai newcomer, come Google e le sue Apps, che ancora non incontrano il favore delle grandi imprese. Non è stato espressamente chiesto su quale prodotto potranno concentrarsi gli investimenti, ma fra gli analisti di Forrester che hanno condotto l’indagine c’è chi ha indicato in Microsoft Sharepoint il perno software per lo sviluppo di soluzioni server-based con strumenti come i wiki e i blog.

Alla domanda su quale tipo di tecnologia le aziende avrebbero intenzione di acquistare nel 2008, il 70% degli intervistati ha risposto le soluzioni di messaging e il 68% i tool di collaborazione in tempo reale. Solo il 28% vuole investire nelle soluzioni partecipative, come wiki, feed Rss e blog.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore