Logitech nel mirino di Microsoft?

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Secondo indiscrezioni, sarebbe pronta un’offerta dal valore superiore ai 6 miliardi di euro

Il 2008 pare segnare un cambio di rotta per Microsoft in termini di strategia sulle acquisizioni. A brevissima distanza dall’annuncio dell’interesse per Fast, un’altra indiscrezione vuole la casa di Redmond pronta a lanciare un’offerta d’acquisto su Logitech, specialista svizzero di accessori informatici, molto diffusi nel grande pubblico, ma anche in studi professionali e aziende.

Microsoft potrebbe proporre una cifra di 48 franchi svizzeri per azione, che equivarrebbe a un totale di circa 10 miliardi di franchi, ossia 6,1 miliardi di euro. Quale termine di riferimento, Logitech dispone oggi di una capitalizzazione borsistica pari a quasi 7 miliardi di franchi.

Al momento, non ci sono conferme ufficiali, ma nemmeno secche smentite. Di sicuro, non ci sono particolari aree di sovrapposizione fra le due aziende. Per Bill Gates e soci, l’acquisizione rappresenterebbe un ampliamento dell’offerta, ma anche l’assorbimento di una realtà solida, che tuttora riesce a realizzare crescite annue intorno al 25%. Dal 1981, anno della sua fondazione, l’azienda ha venduto 700 milioni di mouse, ma si è rafforzata anche grazie a un’attenta politica di diversificazione e ad alleanze con i big del personal computer, come Hp, Dell, Apple e altri. Dal 1998, poi, si sono intensificate le acquisizioni, generalmente di realtà complementari, come Connectix, Labtec o Intrigue, che producono rispettivamente videocamere, altoparlanti e telecomandi universali.

Una simile acquisizione darebbe di colpo a Microsoft la leadeship nel mercato degli accessori, andando a rafforzare la divisione Hardware.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore