L’It “verde” si fa strada nelle aziende

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

L’osservatorio trimestrale di Forrester evidenzia un tasso di adozione nettamente superiore a un anno fa

Nella pratica, l’implementazione di politiche “verdi” nelle aziende fatica a farsi strada, ma almeno sta crescendo la considerazione dei criteri ambientali nelle valutazioni e selezioni di prodotti It. La constatazione, piuttosto ottimistica, viene rilevata da Forrester nel proprio osservatorio trimestrale “Green progress in enterprise It”, dove si mostra che il tasso di adozione o accettazione delle problematiche ecologiste sarebbe in netta crescita nell’It: il 38% delle imprese sondate, contro il 25% dell’aprile 2007, hanno integrato nei propri processi di selezione il carattere “verde” dei prodotti.

Più globalmente, il concetto di green It ha guadagnato popolarità nei processi aziendali. In ottobre, lo studio Forrester ha rilevato come solo il 6% non ne abbia tenuto alcuna considerazione, contro il 13% del precedente aprile. Il 59% ritiene che si tratti di tematiche importanti e il 35% le considera molto importanti.

Il progresso è evidente, ma occorre essere ancora realistici. La presa di coscienza e le intenzioni ci sono, ma questi ancora non si traducono in azioni concrete. Sul totale delle imprese che hanno partecipato all’osservatorio, solo il 15% ha attivato processi di implementazione “verdi”, mentre un altro 25% li ha in piano. Tuttavia, il 39% prevede concretizzazioni solo a termine medio-lungo e il 22% non ha previsto nulla.

La riduzione dei costi indotta dal green It (ad esempio la diminuzione della bolletta elettrica) resta la prima motivazione per l’avviamento di progetti specifici (55% del campione). Più sorprendentemente, al secondo posto si piazza un motivo strettamente morale: il 50%, infatti, ritiene che l’adozione di una politica verde sia “utile per l’ambiente”. Altre motivazioni citate sono la riduzione delle spese operative (31%), il miglioramento dell’immagine dell’azienda (29%), l’allineamento alla politica corporate (28%), la conformità con le leggi (20%) e il miglioramento dell’infrastruttura (19%).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore