L’It governa il business

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Hp si converte dall’Information Technology alla Business Technology

Per Hp, nelle parole dei suoi responsabili italiani per le attività enterprise (software e servizi), il mondo dell’Information Technology è arrivato a un punto di svolta. La tecnologia si sta muovendo verso un nuovo contesto. L’It come lo conosciamo oggi sta scomparendo all’orizzonte per lasciare il posto la nuovo verbo che in Hp si chiama Business Technology. Come spiega Ernesto Capobianco, direttore vendite della divisione Tsg di Hp Italia, ?E’ scoppiata la terza era dell’informatica?. Le aziende chiedono ai loro ?ex fornitori di It? di diventare veri partner. Tra strategia aziendale e processi c’è l’esecuzione: l’informatica diventa parte del ?prodotto azienda? nel momento in cui le aziende sono misurate sul valore indotto dalla tecnologia.

Ci si avvia verso un fenomeno di condivisione dei risultati, in quanto l’informatica tocca soprattutto l’esecuzione. Proprio come in molte della fasi precedenti – dal data processing , alla gestione dei sistemi informativi all’Information Technology ora la tecnologia fa girare tutti gli aspetti del business aziendale: acquisizione di ordini, gestione del personale, controllo delle merci, marketing e relazioni con il cliente. Invece di misurare l’It con i metodi correnti- tempi di risposta, Sla,ecc ? l’Information Technology viene misurata in termini di successo di business e di velocità di realizzazione di nuovi prodotti o servizi.
Se questo è il trend , Hp, dopo l‘acquisizione di Mercury e la realizzazione del nuovo sistema di datawarehouse Neoview (che entro pochi mesi sarà proposto anche in Italia e troverà alcune aziende utenti), lo asseconda con una serie di prodotti software e soprattutto di servizi. La tecnologia è infatti necessaria anche per far uscire allo scoperto risorse che i Cio possano spendere non in manutenzione o per l ?operatività di tutti i giorni, ma per investire in innovazione.
Ma da una recente indagine di Hp stessa emerge che i Cio sono ancora lontani da un coinvolgimento nelle scelte strategiche aziendali e sono ancora alle prese con la gestione quotidiana.

Hp ha preparato la sua organizzazione e il suo portafoglio di soluzioni e servizi per aiutare i Cio a ?parlare di risultati di business? con una serie di novità per la Business Technology Optimization, secondo la prospettiva di allineare la tecnologia al business, e ha rinnovato la sua offerta per l’Adaptive Infrastructure.
La disponibilità della soluzione di datawarehouse Neoview si accompagna con una serie di servizi di business intelligence per la strategia , la pianificazine,l’integrazione e la qualità delle informazioni. I nuovi servizi per la gestione della domanda e del portafoglio delle risorse It, per il passaggio delle applicazioni e dei servizi dallo sviluppo alla produzione, per l’automazione degli ambienti It sono stati tutti allineati alla recente versione 3 del framework Itil per le best practice nella gestione It.

Come fanno osservare alcuni esperti, Hp utilizza la terminologia servizi per una unione di servizi di consulenza e di prodotti che dovrebbero aiutare l’ambiente It aziendale a diventare a sua volta un fornitore di servizi a supporto del business.
Il cuore It di un’azienda però resta ancora quello fisico del data center, la cui infrastruttura è da Hp affrontata all’interno della proposta di Adaptive Infrastructure. Qui i servizi professionali di Hp offrono un servizio adattato alle esigenze dei singoli clienti per creare un roadmap ragionata di crescita del data center a partire da una ricognizione del suo stato attuale. Da segnalare infine una serie di offerte in bundle di server, storage e software orientate a specifici ambienti in un’ottica di crescita di efficienza del data center. Gli ambienti nel mirino di Hp sono Exchange Server 2007, Oracle E.Business e Sap R/3.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore