Enterprise

Le grandi manovre di VMware ( ed EMC) : Software-Defined Data Center, Hybrid Cloud e Pivotal

patgelsinger-e1346170592458
0 0 1 commento

La strategia 2013 di VMware per il Software-Defined Data Center ed espandere l’offerta di cloud ibrido. Lo spinoff di Pivotal

Pat Gelsinger , CEO di VMware, ha delineato la strategia 2013 della società, rivelando dettagli sui progetti aziendali per il Software-Defined Data Center, per espandere l’offerta di cloud ibrido e per affrontare i temi delle mobilità aziendale multipiattaforma. A parte la conferma per la nuova piattaforma VMware Horizon Suite, l’annuncio prevede l’integrazione della tecnologia per le reti SDN acquisita con Nicira nella suite vCloud, mentre i piani per un nuovo servizio cloud ibrido prefigurano un cloud pubblico alimentato da VMware in concorrenza con Amazon .

Attraverso il Software-Defined Data Center VMware estenderà i benefici della virtualizzazione a tutte le aree del data center: network, security, storage e management. La società ha annunciato l’intenzione di unificare vCloud Networking e Security con Nicira Network Virtualization Platform (NVP) in un’unica linea di prodotti basata su una tecnologia comune , dandole il nome di VMware NSX. VMware NSX verrà lanciata nella secondo metà del 2013 e funzionerà su sistemi hypervisor e di cloud management sia VMware che non, così come su qualsiasi hardware di networking sottostante. Inoltre, NSX fornirà un framework open per l’integrazione di servizi per il networking e la sicurezza.

VMware ha anche annunciato l’obiettivo di estendere il suo Software-Defined Data Center con un’offerta di servizio di cloud ibrido che consentirà ai clienti di sfruttare i benefici del cloud pubblico senza cambiare le applicazioni esistenti usando un modello comune di gestione, orchestrazione, networking e sicurezza. VMware lancerà vCloud Hybrid Service nel corso del 2013 attraverso il canale , lavorando con il proprio ecosistema di partner per accelerare la transizione al cloud dei propri clienti. Un vero e proprio servizio Iaas pubblico.

Altro annuncio , avvenuto in un evento a New York, lo spinoff di Pivotal Initiative , con cui EMC e Vmware insieme aprono un altro fronte di attacco a IBM, Microsoft e Oracle. L’obiettivo fissato da Joe Tucci , capo di EMC e detentore dell’80per cento di VMware, è di un miliardo di dollari di fatturato in cinque anni. Controllata al 69 per cento da EMC e al 31 per cento da VMware , la nuova entità riunisce Pivotal Labs e Greenplum ( da parte EMC) e Cloud Foundry, Gemfire, Spring et Cetas ( da parte VMware) . Target di mercato framework di sviluppo e analytics per i big data. EMC non nasconde di voler realizzare con Pivotal e nel settore degli analytics lo stesso obiettivo ottenuto con VMware nel campo della virtualizzazione e ora del cloud computing. Il progetto è nelle mani di Paul Maritz che dopo aver portato al successo Vmware si è consacrato all’innovazione all’interno di EMC. Al momento Pivotal raggruppa 1250 dipendenti e realizza un fatturato di 300 milioni di dollari. Ora l’asticella si alza al miliardo di dollari in cinque anni con un investimento di 400 milioni di da parte di EMC.