La tradizione che guarda al futuro

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Azienda di 42 dipendenti, la storica ferrovia Genova-Casella ha scelto di
utilizzare il gestionale Mago.Net di Microarea per la propria gestione
amministrativa e commerciale.

Inaugurata il 1° settembre del 1929, la ferrovia Genova-Casella svolge da quasi ottant’anni un importante ruolo di collegamento tra la Valbisagno, la Valpolcevera e la Valle Scrivia, nell’immediato entroterra di Genova. La Genova-Casella è uno dei rari esempi di ferrovia a scartamento ridotto italiana, sopravvissuta al boom della motorizzazione privata, che negli anni Sessanta del secolo scorso fu il principale carnefice di molti altri impianti similari chiusi al traffico in quel periodo.

Originariamente di proprietà dello Stato, dal 2002 l’infrastruttura è passata sotto il controllo della Regione Liguria. Giornalmente offre dieci coppie di treni che trasportano circa 200.000 passeggeri l’anno.

Pur senza snaturare la propria fisionomia caratteristica, grazie alla sua capacità di accogliere innovazioni tecnologiche, la ferrovia Genova-Casella è riuscita a tenere il passo con i tempi. La necessità di utilizzare strumenti informatici evoluti in vista di una maggiore efficienza nella gestione amministrativa e commerciale, ha spinto la Ferrovia Genova Casella, azienda con socio unico la Regione Liguria (che gestisce la ferrovia stessa), a introdurre un nuovo gestionale in sostituzione di una serie di strumenti informatici ormai obsoleti e non integrati tra di loro. oeci siamo accorti che le attività andavano troppo a rilento rispetto alle necessità della nuova gestione – dichiara Diego Ducco, capo unità amministrativa della ferrovia -. Le diverse operazioni contabili-amministrative infatti erano frazionate e si impiegava molto tempo per rimettere insieme i dati provenienti da fonti disparate. Con l’aumentare delle attività legate al turismo e alle nuove iniziative educative e culturali occorreva inoltre trovare un modo per ottimizzare i tempi legati all’attività amministrativa?.

Da qui la decisione di adottare un nuovo gestionale. La scelta di puntare sul prodotto di Microarea è maturata dopo aver compiuto un’analisi su diversi applicativi.
?Attualmente stiamo progettando il passaggio alle nuove modalità operative in modo da soddisfare le peculiari esigenze della gestione amministrativa della ferrovia senza causare traumi con il precedente modus operandi – spiega Claudio Farinetti, responsabile tecnico di Columbus, Centro di Sviluppo Microarea che segue l’implementazione del software presso la ferrovia -. Una delle esigenze a cui rispondere, per esempio, è la necessità di gestire i mandati di pagamento e delle riversali di incasso, seguendo la normativa che regolamenta i pubblici servizi? .

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore