La tecnologia Nokia Siemens mostra i muscoli

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Diverse tecnologie per operatori alla ricerca di fatturato. Un Road Show
europeo che ha fatto tappa anche a Milano

L’imminente attuazione delle aste riservate agli operatori di telecomunicazioni per le frequenza a disposizione del wireless alla Wimax e gli aggiornamenti alla velocità di uplink Umts promessa nel breve termine da Telecom Italia ai suoi abbonati attivi nella trasmissione dati stanno riportando di attualità sul mercato le tecnologie wireless a larga banda. Tra i fornitori di soluzioni per telco provider non poteva mancare all’appuntamento del mercato italiano Nokia Siemens Networks, la nuovissima società per le infrastrutture di rete operativa da aprile. Sgombrando per un momento il campo dalle difficoltà anche italiane di gestione delle attività societarie di fusione, Network News ha incontrato i responsabili delle attività per il sud Europa di Nokia Siemens nel corso di un tour europeo della società orientato alla dimostrazione delle sinergie tecnologiche e di offerta rese possibili riunendo molteplici soluzioni congiunte e diversi laboratori di ricerca e sviluppo.

In tema Wimax abbiamo vedere una catena di offerta che va dalle stazioni radio fino a un prototipo di terminale utente, che assicurano in Nokia Siemens, sarà basato su dispositivo Nokia N800, attualmente disponibile per tutti sul mercato solo con collegamento WiFi. Altro tema sul tappeto è stato Internet wireless ad alta velocità da terminale verso la rete, Hsupa per gli amanti delle sigle.

Le schede Hsupa in dimostrazione nei truck di Nokia Siemens approdati a Milano per una tappa del tour che finirà in novembre in Israele sono i primi vagiti di una trasformazione della rete wireless Umts verso un’architettura 4G codificata come Lte ( Long Term Evolution). Si tratta di una nuova release dell’Umts che promette velocità di 50 Mbps in uplink e fino a 100 Mbps in downlink su 20 Mhz di banda. Siamo per intenderci alla velocità delle Lan di tipo Fast Ethernet. Le specifiche ufficiali Lte sono previste per il settembre di quest’anno . La messa in opera invece partirà , dico in Nokia Siemens , nel 2009.
In sostanza una rete tutta Ip , a somiglianza con quelle fisse Ngn di seconda generazione, che permetterà agli operatori di unificare tutti i servizi ( Tv mobile per prima) e trovare nuove fonti di fatturato.

Per realizzare questo obiettivo di aumento del traffico in rete la società si propone come partner afli operatori con le sue soluzioni che da un lato prevedono il supporto di nuovi servizi a pagamento per gli abbonati e dall’altro promettono efficienza operativa con bassi costi e semplicità di gestione. Anche il risvolto sul fisso della convergenza nei servizi legati ai contenuti, e in particolare la IpTv, è nel mirino di Nokia Siemens che ha mostrato una soluzione di Pay Tv su televisori ad alta definizione. Più familiari per chi segue le attività di Nokia sono le problematiche di comunicazione unificata. In questo caso però il terminale Nokia con la Communications suite operava in convergenza Ip su piattaforma Ims collegato tramite un gateway Vpn a un sito viennese dotato di infrastruttura di derivazione Siemens.

Al di là delle demo di tecnologia è spettato a Roberto Loiola, a capo della regione South East Europe della società , fare il punto su una serie di dati di mercato che fotografano la realtà di Nokia Siemens. Misurando il mercato con il parametro dei fatturati da carrier , Nokia Siemens incalza Ericsson, che occupa il primo posto, e precede Alcatel Lucent. Il fatturato consolidato della joint venture è di 17 miliardi di euro. Come ricorda Loiola, in Italia Nokia Siemens è l’unico vendor che ha rapporti di fornitura importanti con tutti gli operatori mobili .
Loiola definisce quello attuale come un momento di transizione dell’industria accompagnato da alto livello di competizione sul mercato. La convergenza fisso mobile, il Wimax e gli operatori mobili virtuali obbligheranno i provider a posizionarsi con diversi modelli di business che faranno però tutti leva sui servizi legati alla banda larga su Ip.
Sotto questo aspetto le maggiori aree di crescita per Nokia Siemens si trovano nell’area dei servizi agli operatori , dove la società occupa già un solido secondo posto mondiale: ? la percentuale dei servizi all’interno del fatturato crescerà. I clienti ci chiedono sempre più servizi, anche di full outsourcing, oltre che di integrazione e consulenza per gestire la complessità dell’intera rete?.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore