Itil evolve verso il service management

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Alla fine di questo mese sarà lanciata la versione 3 del sistema di best
practice per la governance dei sistemi informativi.

Mentre l’acronimo Itil (It Infrastructure Library) sta iniziando solo ora a trovare notorietà presso i responsabili dei sistemi informativi aziendali, il sistema di best practice per l’It governance si sta preparando a evolvere, con il lancio della prossima versione 3. Messo a punto per la prima volta verso la fine degli anni Ottanta dal britannico Central Communications and Telecom Agency, veicolo per il procurement del governo centrale, Itil è stato adottato da aziende sia commerciali che del settore pubblico come standard di riferimento per le best practice nella gestione e organizzazione dei servizi It. Ora, con la versione 3, il cui lancio è previsto entro fine mese, il framework si accinge a un cambiamento importante, a cominciare dal suo stesso nome, destinato a evolvere in It Service Management Practices.

La nuova release è in sviluppo dal tardo 2005 ed è destinata a rafforzare i propri punti di forza in termini di It management, con una focalizzazione più marcata sull’applicabilità a livello di boardroom (cioè dell’alto management aziendale), professionalità It e supporto multiculturale e multilinguaggio. L’evoluzione è lo specchio di un maggior livello di riconoscibilità dell’approccio Itil da parte dei massimi livelli organizzativi delle aziende, che lo interpretano come un meccanismo per risolvere sfide di business. Ciò sta rendendo più labile il confine fra Bsm (Business Service Management) e Itsm (It Service Management).

Itil rimarrà comunque il core brand nell’update previsto per il 30 maggio, con il rilascio di titoli di core practice che coprono la strategia, il disegno, la transizione, l’operatività e il continuo miglioramento dei servizi. Questi cinque titoli principali saranno accompagnati da guide complementari su specifici argomenti e un modello di service lifecycle integrato. Sarà inoltre introdotto un livello di certificazione più elevato, per riflettere il focus più marcato sul service management.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore