Iomega assorbita da Emc

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Declinata una prima offerta, lo specialista di storage low-end ne ha accettata una seconda, elevata fino a 213 milioni di dollari

Non è stato semplicissimo, ma alla fine Emc è riuscita ad acquisire Iomega, per una cifra che si attesta sui 213 milioni di dollari, andando così ad ampliare la propria presenza in direzione delle piccole/medie imprese e del mercato consumer. Il numero uno mondiale dello storage ha precisato che l’offerta è di 3,85 dollari per azione, con un premio del 5,8% rispetto alla chiusura di martedì scorso.

Secondo Emc, l’operazione dovrebbe essere finalizzata nel secondo trimestre e non avrà un impatto specifico sul bilancio. All’inizio di marzo, Iomega aveva rifiutato una prima offerta valutata a 178 milioni di dollari. All’epoca, la società era in trattative per una fusione con Great Wall Technology, una società cinese. Al momento dell’annuncio dell’acquisizione da parte di Emc, il consiglio d’amministrazione ha anche confermato di aver lasciato cadere ogni negoziato con Great Wall.

Iomega è stata uno dei pionieri dello storage removibile negli anni Novanta, soprattutto con i famosi dispositivi Zip, adattabili tanto ai pc quanto ai Mac. Pur mantenendo una forte notorietà, col tempo il gruppo non è riuscito a seguire la svolta tecnologica segnata dall’esplosione dei registratori di Cd e Dvd e poi delle chiavi Usb, che hanno reso obsoleti i piccoli dischi esterni.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore