Il Wimax si generalizzerà nel 2009

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

La previsione è di Abi Research, che però spiega come in seguito prenderà piede Lte.

Lo specialista americano di analisi Abi Research prevede un forte sviluppo delle tecnologie Wimax, ma nel lungo periodo emergerà la nuova norma Lte (Long Term Evolution). La battaglia per la tecnologia di rete wireless di quarta generazione, dunque, è appena cominciata. Wimax è oggi in vantaggio di due anni su Lte e nel 2012, secondo la società di ricerca, 95 milioni di dispositivi e 200 milioni di periferiche mobili saranno connesse con questa tecnologia.
Le tecnologie e i servizi Wimax cominceranno ad apparire nel 2008, ma conosceranno l’apice dello sviluppo l’anno successivo. L’analista fa leva sull’interesse degli operatori verso questo fronte e quindi ne preconizza una buona affermazione, negli Usa come in Europa. Qui, in particolare, Abi Research mette in primo piano Vodafone, che dovrebbe realizzare una rete Wimax destinata a coprire tutto il Continente.
Tuttavia, il ricercatore prevede un successo di breve durata per questa tecnologia. Nel 2012, infatti, inizierà ad affermarsi Lte, che presenta vantaggio come la retrocompatibilità con gli strumenti Gprs e Umts, senza dimenticare un’ampiezza di banda da 100 Mbps (contro i 70 del Wimax) e un’accessibilità fino a 100 km di distanza. In Europa, operatori come Orange, T-Mobile e la stessa Vodafone hanno già iniziato a fare i primi test.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore