Il marketing di Art’è nelle mani di MicroStrategy

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

La gestione e l’analisi dei database relativi a clienti, ordini e opere della società che opera nel mercato dei beni e servizi culturali sono affidati alla piattaforma di Business Intelligence di MicroStrategy

Fino al 2000, l’enorme quantitativo di dati inerenti clienti, ordini e opere gestite da Art’è, società che opera nel mercato dei beni e dei servizi culturali di alta gamma, veniva immagazzinato manualmente attraverso semplicissimi database. Si trattava di realtà distinte, assolutamente non integrate e parziali, sempre più confuse. Era evidente l’esigenza di disporre di un sistema in grado di analizzare e gestire i dati, non semplicemente di raccoglierli. Per raggiungere questo obiettivo Art’è ha deciso di affidarsi alla piattaforma di Business Intelligence di MicroStrategy.

Attraverso l’implementazione di tale sistema di analisi dati, Art’è ha potuto riorganizzare e scremare le informazioni provenienti dai database ormai obsoleti e disomogenei. Ciò ha permesso di far confluire tutte le informazioni in unico database centralizzato, sul quale è possibile effettuare analisi attraverso interrogazioni, ricerche ed elaborazioni. Il sistema di reportistica MicroStrategy, veicolabile sul Web, ha consentito inoltre un costante aggiornamento dei dati, che sono, di volta in volta, analizzati in tempo reale.

La soluzione è stata strutturata ponendo al centro dell’attenzione la segmentazione dei clienti e l’operatività dei call center. “L’uso di un’applicazione di Business Intelligence in una realtà come Art’è – ha commentato Monica Monari, responsabile dell’Area Sviluppo dei Sistemi Informativi – è indispensabile per selezionare e generare le liste clienti sulle quali impostare tutta la nostra attività di direct marketing.
Poter gestire e monitorare tutte le fasi commerciali, dall’attività del call center a quella degli art promoter, ci consente di tenere sotto costante controllo vendite, contatti con i clienti e prenotazioni di opere”.

“Siamo passati – ha aggiunto Monari – da un sistema orientato alla quantità a uno orientato alla qualità delle informazioni. La tracciabilità di tutti dati, coniugata ad un sistema di query flessibile e, quindi, adattabile alle nostre esigenze ci permette di pianificare attività di direct marketing sempre più mirate e quindi redditizie. La grande facilità d’uso dei report MicroStrategy e la grande velocità con cui la piattaforma rende disponibili le informazioni ha costituito un indubbio vantaggio per l’azienda. I report e le analisi MicroStrategy rappresentano un preziosissimo supporto per le scelte strategiche e operative”.

Va da sé che i primi utilizzatori della nuova piattaforma sono state le persone della divisione marketing, le quali, disponendo di informazioni integrate, sono riuscite a pianificare meglio le campagne vendita.

L’uso è poi stato esteso anche al comparto commerciale dell’azienda, che ha potuto così gestire meglio le informazioni relative ai contratti e alla disponibilità di opere.

“L’alto livello di scalabilità del sistema MicroStrategy – ha concluso Monari – ci ha permesso di sviluppare nel tempo nuove applicazioni il cui obiettivo è quello di migliorare la profittabilità dei call center e dell’area commerciale”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore