Il gran rifiuto di Yahoo a Microsoft

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

L’offerta è valutata troppo bassa. La partita di MicroHoo non è chiusa, ma può riservare ancora sorprese: Microsoft alzerà l’offerta o si appellerà agli azionisti? Voci di interessamento da parte di Amazon

Yahoo si avvia a rifiutare la maxi Opa da 44,6 miliardi di dollari di Microsoft sul motore di ricerca. Per Yahoo l’offerta è troppo bassa, e secondo Reuters si è svalutata a 42 miliardi di dollari.
Microsoft ha offerto 31 dollari per azione, ma Yahoo non prenderà in considerazione nessuna offerta sotto i 40 dollari per azione. Lo riferisce il Wall Street Journal. Oggi il Financial Times mette in guardia Yahoo: Microsoft potrebbe appellarsi agli azionisti.
Yahoo si sente sottovalutata dal colosso di Redmond: inoltre vede un intoppo nell’approvazione Antitrust di un simile accordo.
A questo punto la palla torna al gigante del software: Microsoft alzerà dunque l’offerta? Tutto in fondo dipende da quanto il Ceo di Microsoft Steve Ballmer sia interessato al takeover. Steve Ballmer nei giorni scorsi aveva tessuto le lodi di Yahoo, preannunciato che, se Yahoo accettasse l’Opa, il brand verrebbe mantenuto. Oppure Microsoft si appellerà agli azionisti?
Ma se Microsoft non accettasse l’offerta, che cosa succederebbe? Tutti si chiedono quale sia il piano B di Yahoo, considerato che gli investor vorranno almeno la testa del board di Yahoo. La partita è tutt’altro che chiusa, e siamo forse solo all’inizio di un negoziato.

Nel frattempo girano voci di un’intesa fra Amazon-Yahoo, all’orizzonte. Si tratta di indiscrezioni non confermate.
Secondo TechCrunch lo scenario per Yahoo, in cerca di un cavaliere
alternativo, potrebbe vedere anche una mossa inaspettata La scalata di Microsoft potrebbe voler fermare in anticipo un merger Yahoo-Amazon.
Amazon-Yahoo sembra difficile da concepire, a prima vista: ma Amazon ha fatto il suo ingresso nel mercato della musica digitale senza Drm e
ha acquisto Audible
. Se Amazon avesse nel mirino Yahoo, per Microsoft sarebbe un mezzo disastro, perdendo l’ultima carta utile per sfidare Google
nel mercato dell’advertising online. Ma qui siamo nel campo delle fantaipotesi e forse è vero che la partita vera inizia solo ora, dal probabile e atteso Gran Rifiuto di Yahoo a Microsoft. Un rifiuto che sarebbe tattico. In attesa di conoscere le contromosse del colosso di Redmond.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore