Il Comune di Monza rafforza la sicurezza Internet

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Per il potenziamento dell’infrastruttura sono stati scelti prodotti della francese Arkoon, che sin dal 2003 è partner dell’ente pubblico lombardo

A seguito del recente potenziamento dell’infrastruttura per la sicurezza di Internet, il Comune di Monza ha deciso di proteggere in modo più puntuale l’operatività di 600 utenti interni dell’amministrazione nonché la continuità dei servizi erogati agli oltre 121mila residenti. A tal fine si è dotato di 36 sistemi della società francese Arkoon.

La nuova soluzione è composta da 2 macchine A2200X collocate presso la sede centrale e 35 appliance A51 e A20 installati presso gli uffici distaccati (economato, ufficio ambiente, circoscrizioni territoriali, amministrazione parco, ufficio cultura e così via) che proteggono la connessione via Vpn con la sede centrale, garantendo l’erogazione di tutti i servizi, i documenti e le informazioni ai cittadini che si rivolgono all’amministrazione.

Con questa serie di appliance all-in-one, il Comune di Monza ha oggi a disposizione una vera centrale per la sicurezza e la protezione dalle minacce del web, che comprende un sistema di firewalling con funzioni di full stateful inspection e applicative inspection, un proxy server, antivirus, Url filtering, Quality of Service e bandwidth management.

“Volevamo una soluzione onnicomprensiva, che ci consentisse di unificare la gestione di tutta l’infrastruttura di sicurezza e di gestirla a livello centralizzato, senza necessità per i tecnici di recarsi presso gli uffici distaccati per le configurazioni o la risoluzione di eventuali problemi – spiega Ciro Famoso, responsabile del servizio sistemi informativi del Comune di Monza -. Nel 2003, Arkoon era l’unica azienda a poterci offrire tutto questo. Negli anni, poi, abbiamo deciso di continuare a rimanere con la tecnologia della società francese perché ha dimostrato di sapere crescere con noi, rispondendo sempre tempestivamente alle nuove esigenze, fino ad arrivare alla soluzione che abbiamo appena installato. L’apertura della filiale italiana della società ha anche contribuito ad accorciare i tempi di risposta”.

Partner dell’implementazione del progetto nel corso degli anni è stata la società genovese SoftJam.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore