I promemoria 2008 nell’agenda dei Cio

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Gartner sottoscrive la top list delle priorità e avverte i responsabili It di prepararsi a combattere per ispirare il cambiamento in azienda

Dopo aver ascoltato 1500 It manager di tutto il mondo, gli analisti di Gartner tracciano alcune linee guida su quelle che dovranno essere le priorità da mettere quest’anno in agenda. Consigli strategici, dal momento che non sarà facile per i Cio e i vari responsabili dei sistemi informativi dimostrare che l’It è un fattore di risoluzione delle problematiche aziendali e non una criticità in un momento in cui i Cda tendono a stringere le borse per cauterlarsi dalle incertezze economiche generate da una congiuntura unanimemente riconosciuta come negativa.

In cima alla lista rimane il potenziamento dei processi di business mentre al secondo posto passano le strategie per attrarre e fidelizzare la clientela, che l’anno precedente erano posizionate al terzo posto. A seguire la creazione di nuovi prodotti e servizi, ovvero un’innovazione Ict ben targhettizzata.

Incredibilmente, la riduzione dei costi scende al quinto posto per il 2008, a dispetto del secondo detenuto negli anni passati. Gartner però rimarca che il dato non deve essere frainteso: i Cio, infatti, vista l’incertezza dei mercati mondiali dovranno prepararsi a combattere non solo per accrescere ma anche solo per mantenere i budget di spesa dedicati all’It, i quali costituiscono generalmente tra il 3 e il 5% della spesa complessiva aziendale. Un taglio pari al 10% del budget It inciderebbe poco sull’andamento dei costi ma avrebbe una ricaduta molto pesante sull’innovazione aziendale, senza contare che gli investimenti It negli anni hanno dimostrato di ripagarsi pienamente.

Tra le dieci tecnologie prioritarie svettano Bi, applicazioni enterprise come Erp e Crm, seguite da investimenti a livello di server e di storage, da upgrade a livello legacy (4°) e dal potenziamento delle infrastrutture tecniche (5°). Al sesto posto figurano le tecnologie legate alla sicurezza, al settimo networking e tecnologie legate alla fonia e ai dati, all’ottavo quelle di collaboration, al nono il document management e al decimo Soa e Soba (service-oriented business application).

Dall’indagine emerge una nota che deve far riflettere: solo il 27% degli intervistati ritiene di avere personale adeguatamente skillato per supportare il business aziendale. Due terzi delle organizzazioni It che non sono riuscite a soddisfare le richieste del business dichiarano che gli skill sono fondamentali per definire le giuste performance dell’It e lìadeguato supporto alle strategie aziendali. Eppure solo la metà del panel ha inserito questo elemento tra le prime cinque priorità strategiche.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore