Hp pronta a spendere miliardi di dollari nel software

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Dopo aver rinnovato il portafoglio nell’amministrazione, ora dovrebbe toccare al content management e alla Bi.

I produttori di software per la gestione dei dati sono avvertiti: Hp è sulle loro tracce. In un’intervista pubblicata dalla Reuters, il responsabile della divisione software del big mondiale, Tom Hogan, ha spiegato che il suo gruppo è pronto a spendere miliardi di dollari per rafforzare e diversificare il proprio portafoglio. La strategia passa per l’individuazione dei leader in diversi comparti e poi per conseguenti tentativi di acquisizione. In alcuni casi l’investimento potrebbe essere contenuto in 300-500 milioni di dollari, ma in altri spingersi a 5 o 10 miliardi.

Hogan, ex capo di Vignette, dirige Hp Software dall’inizio del 2006, quindi era già in carica al tempo delle acquisizioni di Mercury (4,5 miliardi di dollari) o di Opsware (1,6 miliardi). Ora, il portafoglio sul lato amministrazione appare ben fornito, tant’è che il segmento rappresenta l’80% del fatturato software complessivo.

Quindi, Hp sta guardando al lato applicativo, in particolare al content management e alla business intelligence. Nella prima categoria, Reuters cita Symantec come un bersaglio potenziale, soprattutto dopo l’acquisizione di Veritas. Sul secondo fronte, sapendo che ormai Business Objects, Hyperion e Cognos sono passate di mano (o stanno per farlo), l’attenzione di Hp potrebbe spostarsi su Teradata (il Ceo, Mark Hurd, l’ha guidata).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore