Hp, così cambia la figura dei reseller per il mercato delle stampanti

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

A Office printing 08 di Budapest Hp fa il punto sul ruolo strategico dei partner e delinea l’evoluzione della stampa digitale

Il mercato delle stampanti cambia pelle e i partner devono adeguarsi. I classici reseller It e quelli specializzati in stampanti devono confluire in un unico segmento che possa valorizzarli in un mercato che inevitabilmente sta evolvendo a passi da gigante. Questo è uno dei punti chiave emersi nell corso dell’Office Printing 08 organizzato a Budapest da Hp. La società ha fatto il punto sulle strategie del futuro ed in particolare l’area Emea.

Il mercato della stampa professionale è dinamico – ha ricordato Bill DeLacy, Senior Vice President & General Manager Hp Ipg (Imaging and printing group) Emea – e sta attraversando una fase positiva dovuta all’esplosione dei contenuti via web e dei servizi“. E questo è uno dei motivi per cui Hp ha aggiunto alle soluzioni offerte dal proprio partner programme anche la nuova Hp solutions business partner accreditation, certification e test program (Act), una sorta di programma attraverso il quale Hp certifica la qualità degli sviluppatori attraverso corsi e test ad hoc.

Alberto Bozzo, Vice President e General Manager Smb, Hp Ipg Emea, ha sottolineato l’importanza dei partner e la volontà di aumentarne il numero. “Non può più esserci distinzione tra i tradizionali reseller It e quelli dedicati al segmento copier, perchè sia gli uni che gli altri si troverebbero schiacciati nella morsa del prezzo e per conseguenza di un margine che non gli appartiene. Dovrebbero – spiega Bozzo – confluire in un unico segmento fatto soprattutto di servizi all’utenza finale“.
Bozzo crede molto nel mercato delle stampe digitali definendolo “strategico per tutti e il canale può fare molto se sa adeguarsi al mondo che cambia“.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore