Foleo, l’evoluzionismo di Palm

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Né Pda, né smart phone, l’ultimo nato in casa Palm somiglia a un micro-pc a
base Linux, dal peso di poco più di un chilo e un prezzo intorno ai 500 dollari.

È stato lo stesso fondatore di Palm, Jeff Hawkins, a presentare l’ultima scommessa della sua azienda. Si chiama Foleo ed è una via di mezzo fra un pc e un Pda, che pesa 1,1 kg e si inscrive alla categoria degli Umpc (Ultra Mobile Pc). L’intento del costruttore di palmari è di sedurre il crescente mondo dei lavoratori mobili, che esitano fra l’utilizzo di smart phone e Pda e quello di un notebook.

Destinato a diventare compagno ideale del Treo, il piccolo portatile funziona sotto Linux e dispone di una tastiera tradizionale e di uno schermo da 10,2 pollici (con risoluzione da 1024 x 600 pixel). Foleo integra anche una porta Usb e una connessione Bluetooth e questo gli consente di realizzare la sincronizzazione dei dati (agenda, contatti, posta elettronica e così via) con lo smart phone di punta di Palm. Il costruttore, tuttavia, intende ampliare il supporto anche ai dispositivi BlackBerry o Symbian. Si può, dunque, pensare a questo dispositivo come a una periferica dello smart phone, che permette di migliorare le condizioni di lavoro in situazioni di mobilità, grazie a uno schermo più grande e soprattutto una vera tastiera. Per l’accesso a Internet, inoltre, Foleo può funzionare anche con il Wi-Fi. Poco si sa, invece, delle funzionalità hardware aggiuntive, a parte gli slot per memorie Sd e CompactFlash.

Previsto per l’estate, il prodotto sarà venduto a 500 dollari. Palm ha comunicato che l’autonomia media è di cinque ore, anche con il Wi-Fi attivato permanentemente. Foleo dovrebbe il primo prodotto di una gamma destinata a evolvere nel tempo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore